data-full-width-responsive="true">



Uno degli argomenti più dibattuti dell’ultimo periodo è quello sul caro carburante, che sopratutto in Francia ha visto movimenti e agitazioni manifestate dai “Gilet Gialli” il gruppo francese che da novembre protesta per il caro benzina, voluto dal presidente Macron.

Iniziate nel 2018, le manifestazioni non si sono fermate, tant’è che proprio il 1 maggio in onore della festa dei lavoratori c’è stato un nuovo corteo. Il problema del caro carburante però ha toccato non solo i “Gillet Gialli” ma anche il gruppo di Air France-Klm. Infatti, il suo primo trimestre non ha portato buoni risultati e tra le motivazione di una chiusura al ribasso del trimestre ci sarebbe proprio il caro carburante. 

Air France: primo trimestre del 2019 in perdita

La perdita che si è vista dai conti trimestrali di Air France per il 2019 ha visto un calo netto di ben 320 milioni di euro, per i ricavi in calo dovuti principalmente all’aumento del prezzo del carburante per garantire la mobilità di tutti i suoi aeroveivoli. Il gruppo comunque è riuscito a migliorare lievemente la sua posizione, rispetto allo stesso periodo del 2018, quando le perdite invece erano pari a 371 milioni.

“Un mercato complesso” secondo l’AD di Air France

Come riportato da Benjamin Smith all’interno di una nota, il trasporto aereo in Europa e anche il gruppo aereo di Air France-Klm stanno operando in un periodo e in un contesto di mercato al quanto complesso per il primo trimestre dell’anno. Nonostante ciò, il gruppo ha cercato di continuare i suoi sforzi al fine di ridurre i costi unitari e rafforzare al contempo il suo posizionamento su di esso. Conclude inoltre, che per il prossimo trimestre la prospettiva sarà più favorevole, specie perché ci si avvicina alla stagione estiva. I conti del primo trimestre sono comunque sotto le attese e così il titolo di Air France-Klm perde ben il 4% in borsa. 


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Silvia Faenza
Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dopo la laurea, inizia il suo percorso all'interno di un'agenzia di Marketing farmaceutico, approdando l'anno dopo nel mondo della scrittura e dell'editing per il web. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti in ambito business e personal finance. Scopri di più sulla redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here