materie prime

Il mercato delle materie prime ha visto dei rialzi ma anche dei momenti difficili durante il 2018, Bloomberg però ha voluto segnalare quali saranno le migliori materie prime sul mercato da tenere d’occhio durante l’andamento del 2019.

Infatti, secondo gli analisti l’anno nuovo potrebbe offrire un quadro positivo per chi investe in questo settore. Dunque vediamo insieme quali sono i beni che offrono le migliori potenzialità nel mercato delle materie prime.

1-Il petrolio

Nell’ultimo trimestre c’è stato il crollo del greggio, infatti sono circa quattro anni che il mercato è ribassista. I fattori che hanno determinato questo andamento sono stati cagionati principalmente dalla politica degli Stati Uniti, come le deroghe sanzionatorie sui flussi iraniani e la riduzione dell’offerta da parte dell’OPEC. Nonostante ciò, secondo gli analisti dopo questo periodo drammatico, il 2019 potrebbe vedere una ripresa dei prezzi del petrolio. Secondo una previsione mediana del Brent definita da Bloomberg il prezzo potrebbe passare dai 58 dollari al barile del momento a circa 68 dollari al barile. 

2-Oro

Un mercato che sta vedendo un andamento rialzista già dall’ultimo periodo del 2018 è quello dell’oro. Secondo gli analisti nei primi mesi del 2019 i fondi negoziati in borsa aumenteranno di quale tonnellata, in questo modo si potrà arrivare a un prezzo all’oncia dell’oro ai livelli del 2013.

3-Rame

Il Rame ha visto dei crolli non indifferenti durante il 2018, un rallentamento dovuto anche al commercio compromesso tra Cina e Stati Uniti. Quest’anno però gli investitori potrebbero concentrarsi maggiormente sullo scenario offerto dal mercato delle materie prime. Per questo motivo si noterà un aumento del valore del rame. Secondo le previsioni di Bloomberg questo passera dal valore odierno di 5,932 dollari a tonnellata a un valore futuro sopra i 6400 dollari. 

4-Soia

Il mercato della Soia nel 2019 potrebbe trarre dei benefici dal miglioramento delle relazioni commerciali tra la Cina e gli Stati Uniti. Se i rapporti si saneranno è possibile che la soia diventi una delle protagoniste indistinte degli scambi durante il 2019. A sperare in un aumento del valore della soia e una pace commerciale tra USA e Cina ci sono principalmente gli agricoltori americani. 

Silvia Faenza
Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dopo la laurea, inizia il suo percorso all'interno di un'agenzia di Marketing farmaceutico, approdando l'anno dopo nel mondo della scrittura e dell'editing per il web. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti in ambito business e personal finance. Scopri di più sulla redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here