Brexit




Le borse si aprono senza scossoni evidenti, nonostante la bocciatura dell’accordo siglato tra Teresa May e l’Europa. Ieri infatti, la seduta nella Camera dei Comuni si è conclusa con “no” per gli accordi sulla Brexit. Il voto, secondo gli analisti, era già scontato e gli investitori al momento si preparano e concentrano sui probabili scenari futuri. 

La chiusura della Borsa di Tokyo, questa mattina (orario italiano), è stata debole, mentre i future sugli indici europei erano poco mossi o in lieve calo, invece la sterlina ha mantenuto la sua posizione.

I future sul Dax hanno visto un’apertura lievemente in rialzo, invece quelli di Parigi e Londra risultato piatti. In calo lieve, i future sul FTSE Mib. Per il resto, al momento non si denota alcuna tensione sul mercato valutario e la sterlina ha perso leggermente solo dopo il voto, rimanendo comunque nell’area delle ultime quattro sedute, cioè al di sopra dei 1,28 dollari e vicina ai massimi dell’ultimo mese. 

Un “NO” scontato per analisti e investitori

Secondo gli analisti del mercato, gli investitori erano già pronti a un “no” da parte della Camera dei Comuni al piano proposto dal primo ministro Theresa May. Infatti, queste figure stanno già lavorando pensando al futuro, ossia mettendo in conto anche la possibilità di rifarsi all’articolo 50 che prevede un ripensamento della Gran Bretagna sull’uscita dall’Unione Europea.

In ogni caso, i parlamentari britannici hanno votato tutti contro un accordo che non era appoggiato né dai sostenitori della Brexit né da coloro che invece sono favorevoli a restare nell’Unione Europea. Per questo motivo, il risultato non è stato una sorpresa per i mercati internazionali ma solo una semplice conferma. 

Anzi, dopo il voto si può vedere anche una sterlina leggermente rafforzata, il motivo potrebbe essere dato dalla possibilità di un estensione dell’articolo 50, che vede la sua scadenza a Marzo. 

I mercati dunque hanno già “digerito” il No della camera dei Comuni, e al momento si attende una decisione, che però non sta influendo sui mercati, almeno sino a quando non si avrà una risposta certa sulla Brexit ed eventuali accordi con l’Unione Europea.


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Silvia Faenza
Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dopo la laurea, inizia il suo percorso all'interno di un'agenzia di Marketing farmaceutico, approdando l'anno dopo nel mondo della scrittura e dell'editing per il web. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti in ambito business e personal finance. Scopri di più sulla redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here