La situazione dei mercati emergenti da diverso tempo sta preoccupando molto gli investitori a livello internazionale, infatti, il loro andamento nelle scorse settimane aveva colpito anche le principali borse mondiali.

Oggi, questa questione viene portata nuovamente alla luce, a causa dell’andamento negativo del Real in Brasile. Negli ultimi giorni, sembrava che alcuni mercati emergenti stessero pian piano riuscendo a uscire dalla crisi, e frenare così il crollo visto nelle settimane precedenti. Questo momento di quiete però è stato bruscamente interrotto dal Brasile e dalla sua moneta.

Crollo del Real: cosa sta succedendo in Brasile?

Il Brasile ha visto il suo Real scendere di un valore pari al 2% contro il dollaro USA. Tutto questo è successo in mattinata e in solo un paio d’ore.

Naturalmente a monte di questo risultato ci sono dei problemi che hanno investito l’intero mercato brasiliano che ieri ha fornito i peggiori andamenti tra tutti gli emergenti. La flessione del real e delle azioni del Brasile è avvenuta dopo un sondaggio che ha visto un aumento di apprezzamento nei confronti dei candidati dell’estrema destra, che non sono favoriti dai mercati.

Questa indagine, così ha bloccato l’andamento dell’indice MSCI relativo alle valute, con un calo del 0,2%, mentre i pacchetti di azioni del mercato hanno subito una flessione pari all’1%.

Questo andamento e l’improvviso calo della moneta del mercato ha influenzato negativamente il sentiment degli investitori che operano in Brasile. L’instabilità comunque si rileva da qualche giorno, anche perché a breve si terranno le elezioni, e questo rende il tutto ancora più incerto.

Infatti, la campagna elettorale ha visto un livello di tensione molto alto che ha portato ad arresti, accoltellamenti e problemi di ordine pubblico. Dal punto di vista economico invece, sono stati rilevati una riduzione da parte delle banche centrale rispetto agli stimoli monetari. Inoltre, sono molto persistenti anche le tensioni commerciali che hanno portato il Brasile allo stesso livello, se non più complesso rispetto ai mercati emergenti.

Secondo gli analisti, questa non è una situazione passeggera anzi potrebbe peggiorare nel tempo, dato il rischio di contagio da una nazione all’altra. 

Anna Porello - Supercoin.it
Laura Magistrale in Marketing e Comunicazione d’Impresa (2004) conseguita a pieni voti presso l’Università degli Studi di Torino e Master di II livello presso la Facoltà di Economia di Torino (2006). Scopri di più su Anna e la redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here