lavoro-flessibile
data-full-width-responsive="true">



In molti pensano che per la maggior parte dei lavoratori italiani ci siano i salari alti e uffici privati. In realtà però tra le principali esigenze dei lavoratori troviamo la flessibilità. Questo è quello che emerge dallo studio che è stato condotto dalla Global Workspace Survey di IWG.

Lavoro flessibile: per adattare gli impegni al proprio lavoro

Per gli italiani con il termine lavoro flessibile s’indica la modalità di lavoro che da la possibilità ai dipendenti di adattare la propria giornata lavorativa anche ai propri impegni personali. Avere una buona flessibilità, secondo l’amministratore delegato Adami & Associati, Carola Adami, prevede alcune specifiche caratteristiche quali lavorare: al di fuori della sede aziendale, in orari diversi da quelli tradizionali, l’uso di nuove tecnologie per il lavoro da remoto. 

Nonostante in altri paesi del mondo il lavoro telematico sia molto richiesto e utilizzato, in Italia sembra esserci ancora una certa perplessità nei confronti di questo tipo di impiego. I lavoratori dipendenti però non hanno dubbi invece, ben l’86% di coloro che sono stati intervistati afferma che desidera un’offerta di lavoro flessibile, rispetto a una simile che non presenti la stessa caratteristica. 

Frenano le imprese, con una mentalità tradizionalista

Le imprese frenano le richieste dei lavoratori, infatti secondo il 73% degli intervistati la flessibilità è rallentata dalla mentalità tradizionalista dei vertici aziendali. Molte realtà aziendali e imprenditoriali non riescono ancora a convertirsi al fenomeno della flessibilità, anche perché temono che fornendo maggiore libertà ai dipendenti si possa intaccare anche il livello di produzione.

Nonostante i dubbi di alcune aziende, molti lavoratori affermano che per loro lavorare in modo flessibile sarebbe un grande vantaggio e che anzi li porterebbe ad essere più produttivi. Inoltre, il futuro sembra spingere sempre di più in questa direzione, specie se le aziende desiderano reclutare nuovi talenti. Infatti, per attrarre giovani talenti oltre a una posizione di prestigio e agli avanzamenti di carriera è necessario anche che questi siano predisposti a una maggiore flessibilità. 


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Silvia Faenza
Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dopo la laurea, inizia il suo percorso all'interno di un'agenzia di Marketing farmaceutico, approdando l'anno dopo nel mondo della scrittura e dell'editing per il web. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti in ambito business e personal finance. Scopri di più sulla redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here