inflazione

L’inflazione a Gennaio rallenta nuovamente fermandosi allo 0,9%. A dicembre, infatti l’inflazione era dell’1,1%. L’Istat ha definito che il tasso risulta in rallentamento per il secondo mese di seguito stavolta andando al di sotto della soglia dell’1%. Il mese scorso infatti, il valore era il più basso dall’aprile del 2018 ovvero da circa 10 mesi. Considerando l’inflazione su base mensile invece si denota un aumento dello 0,1%.

Rallentamento dell’inflazione: le cause

Il rallentamento dell’inflazione a gennaio è imputabile innanzi tutto alla decelerazione dei prezzi sui beni energetici sia sulla componente regolamentata che passa dal 10,7% di dicembre al 6,9% di gennaio. La decelerazione è avvenuta anche su quella non regolamentata che passa dal 2,6% sino allo 0,3%. Questa dinamica comunque, è stata mitigata dall’accelerazione dei prezzi sui Servizi relativi ai trasporti che passano invece dallo 0,6% al 2,3%, e dall’accelerazione sui beni alimentari non lavorati che passano dall’1,3% all’1,8%.

Decelerazione dell’inflazione di fondo

L’inflazione di fondo ha visto una decelerazione al netto nel settore degli alimentari freschi che ha visto una discesa dallo 0,6% allo 0,5%. Per quanto riguarda la componente energetica invece il valore rimane stabile allo 0,6%. Su base congiunturale invece si nota un lieve aumento generale pari allo 0,1%, dovuto all’aumento dei beni alimentari non lavorati pari all’1,3%, bilanciato così dal calo dei prezzi dei beni energetici non regolamentati che ha registrato un -1,2%, mentre i servizi relativi ai trasporti hanno registrato un -1,4%.

Inflazione rallenta per i beni e rimane stabile per i servizi

Rispetto a gennaio del 2018, l’inflazione rallenta nel campo dei beni passando da un +1,2% allo 0,6%. I servizi invece mantengono la giusta stabiliti rimanendo all’1,1% rispetto al mese di dicembre.

L’inflazione acquisita per il 2019 è dello 0,1% mentre l’indice generale prevede una componente di fondo del -0,3%. Infine, rallenta la crescita dei prezzi per i prodotti di largo consumo, per la cura della casa e della persona, per i beni alimentari e per i prodotti ad alta frequenza d’acquisto.

Silvia Faenza
Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dopo la laurea, inizia il suo percorso all'interno di un'agenzia di Marketing farmaceutico, approdando l'anno dopo nel mondo della scrittura e dell'editing per il web. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti in ambito business e personal finance. Scopri di più sulla redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here