Secondo i dati rilasciati da R&S e Mediobanca, il giro d’affari dei supermercati risulta in crescita ma i margini sono in discesa. 

Nel 2017 il fatturato dei maggiori operatori in Italia della GDO (Grande distribuzione organizzata) che rappresenta il 97% della GDO alimentare nazionale, ha toccato quasi gli 83 miliardi. La crescita dal punto di vista commerciale è una delle più consistenti dal 2014, ma il margine operativo netto invece risulta in calo del 5,5%. 

L’edizione 2018 dell’indagine sulla grande distribuzione rilasciata da R&S e Mediobanca fa emergere che i numeri del 2017 presentano uno scenario in cui la crescita costante delle vendite non corrisponde quella ai margini industriali. 

Quest’indagine presenta un’analisi approfondita di tutti i principali player della Gdo alimentare italiana e anche dei maggiori operatori a livello internazionale. I dati elaborati spiega che la redditività del capitale dell’industria della GDO ha chiuso il 2017 al 4,8% con un calo del 5,2% rispetto al 2016, mentre la redditività netta Roe si attesta al 5,3% con una crescita del 4,9% del 2016.

Così i principali operatori della GDO hanno ottenuto un record di utili dal 2013 pari a 1.095 milioni di euro nel 2017.

E-commerce: il peso del mercato online

Il rapporto segnala anche alcuni trend interessanti a partire dall’e-commerce alimentare, che in Italia anche se è ancora poco sviluppato, questo rappresenta un segmento in crescita sul mercato degli acquisti online. Durante il 2018 il suo giro d’affari ha inciso sul 4% nel totale del mercato degli acquisti online, la crescita però è stata del 34% rispetto al 2017 e ha raggiunto così un valore totale di 1,1 miliardo di euro. 

Gli acquisti online di prodotti alimentari da supermercato, ossia quelli che si possono trovare in un qualunque negozio della GDO, nel 2017 invece ha raggiunto un valore superiore ai 200 milioni di euro con un incremento del 50% rispetto all’anno precedente. In Italia, comunque, rispetto agli altri paesi europei, si spende meno per la spesa online. Infatti, gli italiani hanno fatto una spesa media di 500 euro circa un terzo rispetto ai 1850 euro registrati in Francia. Infine, l’incidenza dell’e-commerce sul fatturato totale è ancora basso a livello nazionale intorno a circa il 5%. 

Aumentano le vendite dei discount

Complice anche la crisi economica, secondo le statistiche questa ha portato a un aumento delle vendite nei discount. Infatti, le varie catene di discount hanno chiuso il quinquennio con una crescita media annua delle vendite del +9,7%. 

Silvia Faenza
Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dopo la laurea, inizia il suo percorso all'interno di un'agenzia di Marketing farmaceutico, approdando l'anno dopo nel mondo della scrittura e dell'editing per il web. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti in ambito business e personal finance. Scopri di più sulla redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here