Vivi in una zona sismica? Allora mettiti comodo perché sto per spiegarti per quale motivo dovresti seriamente pensare a stipulare un’assicurazione casa terremoto.

L’Italia negli ultimi anni è stata coinvolta da eventi sismici che si sono rivelati tragici per tutti coloro che abitavano nelle zone colpite, sia per la pericolosità dell’evento sia per le difficoltà nel dover procedere alla ricostruzione del proprio immobile.

Quando si risiede in una zona a rischio o comunque non si desidera perdere la propria casa a causa di un evento sismico, sarebbe una buona mossa stipulare un’assicurazione casa terremoto.

Una polizza casa terremoto è il modo migliore per riuscire a proteggere la propria abitazione da eventi tragici come quelli causati da un sisma improvviso.

In questa guida, vedremo insieme come funziona un’assicurazione casa contro il terremoto e quali sono le coperture proposte dalle principali compagnie.

Cos’è e cosa copre l’assicurazione casa terremoto

L’assicurazione casa terremoto è una polizza specifica che permette di proteggere l’immobile di proprietà da eventuali danni causati da eventi sismici.

L’assicurazione terremoto tutela il proprietario di un’abitazione dai danni che si sono verificati dopo un evento sismico e che non era possibile prevenire in alcun modo.

Questa copertura offre un risarcimento in tempi brevi a chi ha subito un danneggiamento e offre anche un supporto per eventuali spese come lo sgombero dell’abitazione, la sua demolizione, e il pagamento di un alloggio alternativo.

In caso di danni riparabili, l’assicurazione copre la maggior parte dei costi per ripristinare il fabbricato e riportarlo al suo stato di sicurezza iniziale. Inoltre, alcune polizze propongono anche una voce dedicata a ripagare e sostenere coloro che hanno subito lesioni gravi a causa dell’evento sismico.

Dunque, un’assicurazione terremoto permette di sopperire sia ai danni diretti sia sequenziali e tra questi troviamo:

  • La ricostruzione dell’immobile (quando possibile);
  • Spese per l’eventuale sgombero o demolizione;
  • I costi per ingegneri, periti consulenti e architetti;
  • Spese per il ricollocamento del mobilio o per la sua rimozione;
  • Spese del trasferimento e soggiorno in albergo in caso di inagibilità dell’immobile;
  • Risarcimento in percentuale sul valore dell’immobile.

L’assicurazione terremoto teoricamente è destinata a tutte le abitazioni che si trovano sul suolo italiano. Bisogna considerare però che alcune polizze rifiutano di stipulare una polizza per le case che si presentano in zone altamente rischiose, oppure lo fanno a costi generalmente molto onerosi.

Per la percentuale, invece, coperta dalla polizza sul valore dell’immobile questo dipende dalla compagnia assicuratrice, per le zone ad alto o medio rischio il risarcimento va dal 60 all’80% dell’immobile.

Per le zone a basso e bassissimo rischio invece si può ottenere un risarcimento che copre anche sino al 100% del valore dell’abitazione.

Quanto costa

Il costo di un’assicurazione casa terremoto, specie negli ultimi anni, è diventato al quanto oneroso, infatti il premio annuale supera di gran lunga quello di altre polizze, come ad esempio quelle per le calamità naturali.

Il premio della polizza contro il terremoto viene calcolato da tutte le assicurazioni a metro quadro e questo va da un minimo di 2,5 a metro quadro per le case che si trovano in zone a basso rischio, a un massimo di 4 euro al metro quadro per le zone a medio e alto rischio.

Dunque, per un’abitazione di circa 80 mq in una zona a basso rischio il costo è relativamente basso e si aggira sui 170 euro circa all’anno. Per un’abitazione della stessa metratura in una zona ad alto rischio invece il prezzo è di circa 320 euro l’anno.

Quando non viene corrisposto il risarcimento?

Il risarcimento di un’assicurazione terremoto viene fornito dalla polizza nel momento in cui la casa viene danneggiata da un evento sismico.

Ci sono dei casi in cui però l’assicurazione potrebbe non risarcire l’assicurato, ovvero se i danni sono causati da:

  • Maremoti;
  • Eruzioni vulcaniche;
  • Inondazioni;
  • Esplosioni e radiazioni nucleari, seppur causati da un terremoto.

Come si richiede

Dato che la polizza si basa sull’immobile, qualunque sia la modalità di contatto dell’agenzia, per la creazione di un contratto finale è necessario l’invio di specifici documenti quali: l’atto di proprietà dell’immobile, la visura catastale e i documenti del proprietario.

Questi sono necessari all’assicurazione per stimare il costo e per definire un preventivo ed eventualmente in caso di accettazione il contratto con il richiedente.

Quale scegliere

La scelta di una polizza terremoti può essere più complessa di una tradizionale, in quanto ci sono alcune compagnie che non assicurano:

  • Le case che sono già state colpite in passato da un terremoto (a meno che queste non siano state ricostruite ad hoc);
  • Le abitazioni che si trovano in una zona ad altissimo rischio sismico (o dove è da poco avvenuto un terremoto).

Per sapere dunque se la tua abitazione può essere o meno assicurata e, soprattutto, quale sia il premio annuale e il massimale proposto dalla compagnia è necessario farsi fare diversi preventivi e contattare varie agenzie d’assicurazione.

Il modo più veloce per contattare le varie agenzie è online, attraverso i siti web ufficiali della compagnia oppure attraverso i comparatori di assicurazione per ottenere un preventivo in poco tempo.

L’ultima soluzione, che dà un contatto diretto con l’agente ma che comporta invece un dispendio maggiore di tempo è recarsi di persona alle varie agenzie d’assicurazione che si trovano sul territorio.

Una volta ottenuti i preventivi con una delle modalità illustrate è necessario procedere alla comparazione delle coperture proposte, dei massimali e infine dei prezzi offerti dall’agenzia.

Quando conviene

Purtroppo, è difficile riuscire a stabilire in modo preciso quando avverrà un terremoto e nemmeno sapere i danni che potrebbe provocare.

Per questo motivo l’assicurazione casa terremoto è consigliata principalmente a coloro che vivono in zone a medio o alto rischio.

Anche coloro che vivono in zone a basso rischio comunque possono trovare convenienza nel richiedere un’assicurazione terremoto, in quanto bisogna ricordare che un evento sismico può ripercuotersi anche in quelle zone in cui è difficile che si verifichi un terremoto.

Adesso che conosci la polizza casa contro i terremoti non perderti le altre guide alle polizze per proteggere al meglio la tua casa. Le trovi tutte cliccando qui!


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here