assicurazione furto casa




Vuoi cautelarti il più possibile dalle conseguenze di un furto in casa? Ecco la guida all'”assicurazione furto casa“.

Per fare, però, in modo che un furto in abitazione resti solo un brutto ricordo, le compagnie di assicurazione hanno messo a punto delle speciali assicurazioni casa che ti coprono proprio nel caso tu dovessi subire (Sob!) questa spiacevole esperienza.

Se vuoi dunque sapere tutto su come funziona l’assicurazione furto casa, leggi i paragrafi che seguono perché ci troverai moltissime informazioni su questo tipo di polizza ed anche qualche consiglio su come fare a scegliere la migliore.

Cos’è e cosa copre l’assicurazione furto casa

Allora, la prima cosa da dire è che la polizza casa contro il furto nella maggior parte dei casi copre non i danni dovuti alla sottrazione di beni, ma i danni materiali arrecati ai locali e al contenuto della tua abitazione, compresi ad esempio gli infissi qualora siano stati danneggiati per permettere l’intrusione di ladri e scassinatori.

Alcune compagnie prevedono però la possibilità di aggiungere una garanzia ulteriore alla tua assicurazione casa qualora tu abbia nella tua abitazione beni di un certo valore.

Questa clausola prende il nome di “garanzia preziosi” e ti consigliamo di prenderla seriamente in considerazione qualora tu custodissi in casa ingenti somme di denaro o numerosi gioielli.

Tieni presente, poi, che questo tipo di assicurazioni coprono solo i furti e le rapine che avvengono dentro casa, non quelle nelle immediate vicinanze (ad esempio, davanti il cancello): qualora tu volessi una copertura che ti risarcisca anche per aggressioni avvenute all’esterno, dovrai probabilmente chiedere alla compagnia un’ulteriore estensione.

Infine, la gran parte delle assicurazioni furto casa coprono solo i danni alle cose, non alle persone.

Quindi se vuoi una copertura a 360° che tuteli anche te stesso e i tuoi familiari, dovrai chiedere al tuo assicuratore di fare un’integrazione o rivolgere la tua attenzione a prodotti assicurativi più completi.

Alla fine, senza stare ulteriormente a girarci intorno, ti dico che le coperture assicurative contro i furti in casa, almeno nella formula base senza integrazioni, contemplano di solito il risarcimento per un elenco ben preciso di danni, vale a dire:

  • Danni alla struttura dell’edificio (questo solo se sei proprietario, ma di questo ne parleremo alla fine);
  • Danni arrecati agli oggetti contenuti nella tua abitazione compresi mobili, suppellettili ed elettrodomestici;
  • Danni a carico di effetti personali come vestiti o scarpe presenti nell’appartamento al momento del sinistro;
  • Danni arrecati agli infissi interni ed esterni durante l’effrazione;
  • Danni all’impianto elettrico o altri impianti della tua casa.

Quanto costa la polizza contro il furto in casa

Se hai già dato un’occhiata a qualche assicurazione casa online e magari hai provato a fare qualche preventivo ti sarai reso che per sapere il costo di questo tipo di polizze occorre inserire molte informazioni riguardanti soprattutto l’immobile.

Di norma, per stipulare un’assicurazione furto casa, la tua compagnia ti chiederà oltre la provincia e il comune di residenza anche:

  • Misura in metri quadrati della tua abitazione;
  • Valore catastale dell’immobile;
  • Tipologia di costruzione;

Anche se recuperare questi dati ti sembrerà una scocciatura (in ogni caso, ti sarà sufficiente scaricare una visura catastale della tua abitazione dal sito del catasto online) si tratta di un passaggio obbligato poiché l’assicurazione ha bisogno di conoscere il valore materiale della tua abitazione al fine di stabilire il premio annuo da pagare che di solito si aggira intorno i 150/200 €.

Quando non viene corrisposto il risarcimento

Hai stipulato la tua polizza casa: questo ti mette a riparo da ogni tipo di furto? Mi piacerebbe dirti di sì, ma purtroppo non è così, amico!

Le tipologie di furto coperte dall’assicurazione sono solo quelle in cui si sia verificata un’effettiva effrazione, dunque i furti con scasso, oppure quelli compiuti dopo che a te o ad uno dei tuoi familiari sono state sottratte le chiavi; in questo caso, però, per dimostrarlo alla tua compagnia dovrai essere munito di regolare denuncia di furto o smarrimento altrimenti non vale.

Anche le rapine con minaccia avvenute alla presenza dell’assicurato e/o di suoi familiari sono contemplate in questo elenco perché in tal caso puoi a tutti gli effetti dimostrare l’introduzione clandestina di estranei nella tua abitazione.

Il motivo di questa limitazione è evidente: se i ladri sono entrati in casa perché erano state lasciate porte e finestre aperte difficilmente verrai risarcito.

Banale come ragionamento, ma per le compagnie funziona così!

Il problema si pone invece quando rimani vittima di un sinistro senza scasso in cui di fatto non è possibile dimostrare l’avvenuta effrazione.

Ti è mai capitato di rimanere chiuso fuori dalla tua abitazione con le chiavi dentro? Che hai fatto? Probabilmente hai chiamato il fabbro che è venuto ad aprire la porta con uno speciale grimaldello chiamato “lockpicking” che si usa appunto per aprire le serrature a cilindro.

Bene, anche i malviventi utilizzano attrezzi simili! “E si mi succede una roba del genere allora davvero non ho davvero diritto a niente anche se ho fatto l’assicurazione”?

No, tranquillo, anche in questi casi, sia pure con un pò più di difficoltà, talvolta è possibile ottenere il risarcimento, ma come fare te lo spiego nel paragrafo che segue.

Come si richiede il risarcimento di una polizza contro il furto in casa

Hai subito un furto in casa? Cosa fare per ottenere l’indenizzo? La procedura è davvero molto semplice: dovrai presentare specifica richiesta alla tua compagnia allegando la denuncia presentata alle forze dell’ordine.

Fai molta attenzione però a presentare fin dall’inizio tutta la documentazione necessaria all’assicurazione o al tuo agente assicurativo perché alcune compagnia prevedono un limite temporale da quando è avvenuto il sinistro e/o fatto denuncia (di solito 3 giorni), superato il quale non potrai più presentare domanda di risarcimento.

Fatto questo passaggio, la tua assicurazione incaricherà un perito di sua fiducia per accertarsi che si tratti a tutti gli effetti di un sinistro e per calcolare l’ammontare complessivo dei danni per procedere al rimborso.

E se il furto è avvenuto ma non ci sono segni di scasso? Rimboccati le maniche, amico, perché come ho detto prima dovrai faticare un pò di più per dimostrare l’avvenuta intrusione!

Ci sono delle telecamere vicino alla tua casa o dentro la tua abitazione? Puoi portare i video registrati come prova! Ha suonato l’allarme, oppure ci sono testimonianze di vicini che hanno sentito rumori?

Insomma, per farla breve, tutto quello che può servire a dimostrare che nel tuo appartamento c’erano degli estranei può andare bene.

Come estrema ratio, se proprio la tua assicurazione si rifiuta di pagare, puoi presentare una contro perizia da parte di un tuo tecnico di fiducia anche se, te lo dico subito, questa soluzione potrebbe costarti un pochino (ma sarà risarcita qualora tu dimostrassi di aver ragione).

Quale assicurazione furto casa scegliere

Come nel caso della Rc auto o altri tipi di polizze non esiste la migliore assicurazione in assoluto ma esiste quella che è migliore per te.

Dunque se ti chiedi quale sia la migliore assicurazione casa, anche in questo cado devo dirti che oltre al premio, ci sono anche altri aspetti da considerare.

Quali? Prima di tutto devi valutare se la polizza che ti viene proposta dalla tua compagnia è “a valore intero” o “a primo rischio assoluto”.

Cosa significano questi paroloni? Te lo spiego molto velocemente:

  1. Per polizze a valore intero, s’intende una tipologia di assicurazione che prevede un risarcimento calcolato in base al valore reale dell’immobile assicurato e dei beni in esso contenuti;
  2. Per polizze a primo rischio assoluto invece la compagnia è disposta a concedere una somma massima indennizzabile indipendentemente dal valore effettivo del bene assicurato.

Nel primo caso, dunque, se il tuo immobile e i beni in esso contenuti sono sottostimati rispetto al valore reale, corri il rischio in caso di sinistro di ottenere solo un risarcimento parziale; nel secondo caso, invece, potrebbe accadere che se il danno subito è superiore alla somma massima assicurata, tu riceverai comunque un indennizzo inferiore al valore dei beni realmente sottratti e/o danneggiati dovendo così pagare la differenza di tasca tua.

Ecco allora la fatidica domanda: quale è meglio fra le due?

In genere, le assicurazioni a valore intero sono quelle che danno maggiori garanzie di essere risarcito della totalità del danno, a patto però che il valore della tua casa non venga sottostimato.

Quando conviene assicurare casa

Probabilmente ora che sei arrivato fino a qui vorrai sapere se assicurare casa conviene: la risposta, come nel caso di altre polizze, è “dipende”.

Viaggi spesso e/o lasci incustodita la tua casa per molte ore al giorno?

Abiti in una zona isolata o in un centro urbano in cui, al contrario, c’è un continuo passaggio di estranei?

Se hai risposto sì ad almeno una di queste domande, dovresti valutare seriamente di sottoscrivere un’assicurazione furto casa.

Un altro aspetto da considerare per capire se ti conviene o meno stipulare questa polizza è se sei proprietario della casa o solo l’affittuario: nel secondo caso infatti la copertura ha validità solo per i beni contenuti all’interno non per gli impianti o la struttura dell’immobile.

Adesso che conosci l’assicurazione furto casa non perderti le altre guide alle assicurazioni per proteggere al meglio il tuo immobile. Le trovi tutte cliccando qui!


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here