assicurazione professionale medico, assicurazione medico, polizza medico

Sei un medico appena iscritto all’albo? Allora questa guida sul funzionamento dell’assicurazione professionale medico è fatta proprio per te!

Sappi, infatti, che se esegui il tuo lavoro come libero professionista in studio oppure come consulente o collaboratore di una struttura medica privata, devi obbligatoriamente stipulare un’assicurazione professionale medico.

Se invece sei stato appena assunto come dipendente in un ospedale o in una struttura medica privata, puoi scegliere di stipulare l’assicurazione rc professionale medico in modo volontario per gli errori di colpa grave, ossia quelli non coperti dalla struttura ospedaliera.

In questa guida ti mostrerò nel dettaglio come funziona la RC professionale per i medici e come funziona.

Cos’è e cosa copre l’assicurazione professionale medico

L’assicurazione professionale medici è una polizza che permette al dottore specialista o medico di base di ottenere un risarcimento nel caso in cui un paziente a seguito di un errore professionale commesso dal medico, gli faccia causa e chieda un risarcimento per lo svolgimento errato della sua attività lavorativa.

La RC professionale medici è una polizza professionisti soggetta al regime “a richiesta fatta” o meglio conosciuto come Claims Made. Questo vuol dire che garantisce all’assicurato l’attivazione del sinistro nel momento in cui si effettua una richiesta.

Contrarre una polizza con questo regime, rende indenne l’assicurato dalle richieste di risarcimento denunciate e ricevute durante il periodo per il quale si è coperti dalla polizza.

Quest’assicurazione tutela il medico anche nel momento in cui la clinica, l’istituto o la struttura con la quale svolge una collaborazione o si ha un contratto di consulenza, richieda al medico un risarcimento considerandolo responsabile dei danni che arreca a terze persone.

Come altre polizze professionali, ad esempio l’assicurazione infermieri, anche quella destinata ai medici prevede una copertura per la responsabilità civile All Risk, ossia contro ogni rischio potenziale proveniente dalla professione medica. Naturalmente, bisogna considerare sempre che nel campo All Risk ci possono essere delle voci escluse per la quale l’assicurazione rc professionale non paga.

Ma cosa copre l’assicurazione medici? Tra le situazioni coperte da questa polizza troviamo:

  1. Errore di compilazione della cartella clinica;
  2. Scorretta diagnosi della patologia del paziente, o
  3. Diagnosi non avvenuta nei tempi richiesti;
  4. Mancata comunicazione nei tempi previsti di un’emergenza a livello chirurgico;
  5. Errori nella prescrizione al paziente della terapia medica o antibiotica da seguire;
  6. Errori commessi durante l’attività chirurgica a livello invasivo.

In tutti questi casi, la polizza professionisti per i medici permette di ottenere una copertura per la responsabilità civile e di risarcire correttamente il paziente che ha fatto una denuncia contro l’attività del professionista.

Quanto costa?

L’assicurazione professionale medico ha dei costi al quanto onerosi, il prezzo però dipende dal tipo di attività che svolge, ossia un chirurgo pagherà una polizza più alta rispetto a quanto invece dovrà corrispondere un ginecologo.

In linea generale però il costo di un’assicurazione medica parte da circa 1.000 euro sino ai 20 mila euro all’anno.

Questi sono i prezzi se si sceglie di stipulare la polizza da soli. Nel caso in cui invece si aderisca a un’assicurazione proposta dalla cassa previdenziale dei medici, i costi sono minori, ma dipendono sempre dal grado di rischio dell’attività svolta. 

Quando non viene corrisposto il risarcimento?

L’assicurazione professionale medico è una polizza che può coprire vari sinistri nel campo della responsabilità civile, ma ci sono alcune voci che non vengono coperte nemmeno nel momento in cui la polizza si configura nella tipologia All Risk.

Quando l’assicurazione non corrisponde il risarcimento? Le voci che solitamente compaiono nelle esclusioni contrattuali di una polizza professionale per i medici prevedono:

  • Gli atti che vengono commessi illecitamente da un medico laureato ma non ancora iscritto all’Albo professionale;
  • Le azioni che vengono effettuate da un medico al di fuori delle pratiche coperte dalla polizza assicuratrice;
  • Azioni illecite che vengono commesse prima del periodo coperto dall’assicurazione;
  • Quando s’impiegano o somministrano farmaci che non sono stati prescritti a scopo terapeutico;
  • Azioni negative sui pazienti commesse con dolo e quindi di propria volontà;
  • Quando si viola l’obbligo previsto dal segreto professionale;
  • Nel caso in cui si sia accusati di: ingiuria, discriminazione, molestie, abusi, diffamazione e mobbing.

Queste sono alcune delle voci comprese nelle esclusioni assicuratrici. In ogni caso, ti consiglio sempre di controllare il contratto dell’assicurazione quando si sceglie di stipularne una.

Come si richiede

La richiesta dell’assicurazione professionale può essere effettuata dal medico che opera come libero professionista o da un dipendente ospedaliero, oppure in una clinica privata direttamente alle compagnie assicuratrici che la propongono.

La richiesta diretta prevede che si sia iscritti all’albo professionale e bisogna esplicitare le attività che si svolgono in campo medico. L’assicurazione professionale può essere richiesta in alternativa anche aderendo a quelle proposte dall’Enpam, al fine di risparmiare.

Quale scegliere

Al fine di scegliere l’assicurazione professionale medica migliore è possibile fare una prima ricerca direttamente online. Infatti, ci sono diversi comparatori che permettono di vedere le coperture e i costi proposti dalle varie compagnie.

In alternativa, se non si vuole cercare online è possibile scegliere di contattare le agenzie d’assicurazione direttamente al loro numero di telefono. Infine, puoi decidere di rivolgerti direttamente di persona alle agenzie assicuratrici. Per scegliere la polizza migliore in ogni caso ti consiglio di vedere il prezzo, ma anche le coperture proposte dalla All Risk medica.

Quando conviene

L’assicurazione medica, dal 15 agosto del 2014 è obbligatoria per tutti coloro che sono iscritti all’Albo dei medici professionisti e che svolgono l’attività come liberi professionisti in studio e in collaborazione con ospedali e cliniche.

La legge dunque prevede l’obbligo assicurativo per tutti i medici che svolgono la loro attività come liberi professionisti, sia extra sia intra moenia devono obbligatoriamente siglare questa polizza.

Non solo, sono inclusi nell’obbligo anche chi:

  • Esercita la professione come consulente;
  • Collaboratore delle strutture pubbliche, private e cliniche.

Questa polizza infine, risulta obbligatoria anche per i dipendenti degli ospedali pubblici che al contempo svolgono anche l’attività in uno studio privato.

Invece, per quanto riguarda i medici che lavorano esclusivamente in un ospedale pubblico o privato, non sussiste l’obbligo della polizza. Infatti, gli ospedali o le cliniche sono tenute a stipulare un’assicurazione che copra tutto il loro staff medico ma esclusivamente per la responsabilità civile.

Se invece, ci si vuole proteggere anche dalla colpa grave, allora è necessario fare un’ulteriore assicurazione a parte, quindi personale che permetta di coprirsi da condotte imperite come ad esempio lo sbaglio durante un’operazione chirurgica, la negligenza e la lettura errata di una cartella clinica.

Non è la polizza che stavi cercando? Clicca qui per andare nella sezione dedicata per trovare tutte le altre polizze adatte a te!

Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here