conto corrente per protestati, conto protestati

Il conto corrente per protestati è un argomento decisamente scottante, vuoi perché chi ha avuto problemi con il circuito bancario in precedenza ha enorme diffidenza del sistema, vuoi perché spesso le banche si rifiutano appunto di servire questo tipo di clienti.

Se sei “protestato” e sei alla ricerca di un conto corrente per protestati, sei però nel posto giusto. Ho preparato per te una guida che ti fornirà i criteri principali per trovarlo e per sceglierlo, per tornare a muovere i tuoi soldi come meglio preferisci.

Nel mondo di oggi operare senza un conto corrente non è assolutamente possibile: è lì che ricevi denaro dal tuo datore di lavoro o dai tuoi clienti ed è da lì che effettui i pagamenti. Se le banche classiche si rifiutano di aprirti un conto corrente per protestati, trovare una soluzione non è soltanto indicato, ma assolutamente necessario.

Continua a leggere la guida sul miglior conto corrente per protestati che ho preparato per te.

I protestati possono aprire un conto corrente?

Certamente. Non c’è in Italia nessuna norma che impedisce alle banche di avere rapporti con chi è stato “protestato”. Chi vuole un conto corrente pur essendo stato protestato, può dunque richiederlo, anche se la questione è più complessa di quello che la legge prevede.

Al tempo stesso infatti le banche possono tutelarsi come preferiscono e dunque possono rifiutarsi di aprire un conto corrente ad un cliente.

L’istituto bancario ha dunque la possibilità di evitare di fare affari con te, anche quando si tratta di servizi basilari e privi fondamentalmente di rischi come nel caso di un banale conto corrente.

Non è raro che un protestato si veda dunque rifiutare l’apertura di un conto, con questo tipo di comportamento da parte delle banche che in realtà è diventato prassi.

Non tutte le banche però si rifiutano di attivare un conto corrente per protestati, ed è proprio di questo che mi occuperò nel corso di questa guida.

La differenza tra protestati, cattivi pagatori e segnalati al CRIF

I segnalati al CRIF e i cattivi pagatori vivono una condizione profondamente diversa da quella dei protestati e in genere hanno molti meno problemi ad aprire un conto corrente. Sebbene sia un timore che legittimamente hanno, difficilmente si vedono rifiutare un conto corrente da parte della banca.

Ricordati anche che il direttore può decidere in autonomia

Anche nel caso in cui la tua banca classica offline ti abbia rifiutato un conto corrente, il direttore della filiale può intervenire per procedere invece con l’apertura.

Si tratta di un potere discrezionale molto importante che ti permette, nel caso in cui dovessi conoscerlo o comunque averci parlato, di insistere per l’apertura di un conto.

La risposta può cambiare anche di filiale in filiale

Ricordati anche che la risposta che otterrai per richiedere il tuo conto corrente per protestati può cambiare da filiale in filiale, in virtù del fatto che, come ti ho appena detto, il grosso della decisione è a carico del direttore della filiale stessa.

Ma ecco una soluzione alternativa al problema: continua a leggere per saperne di più.

L’alternativa al conto corrente per protestati: le carte prepagate con IBAN

Internet ha decisamente rivoluzionato il mondo dei servizi bancari e ha contribuito alla nascita di soluzioni che soltanto fino a qualche anno fa erano da considerarsi come pura fantascienza.

Le carte prepagate con IBAN sono quello che si potrebbe definire oggi come una tipologia di conto standard, che ti permette di avere una carta di pagamento in stile Bancomat, alla quale è comunque associato un IBAN in grado di ricevere e effettuare bonifici.

Non tutte le carte prepagate con IBAN ti offrono però gli stessi servizi: siamo davanti ad un settore dove sotto lo stesso ombrello finiscono prodotti decisamente diversi e che dovresti analizzare con attenzione prima di scegliere quello giusto che fa al caso tuo.

Il vantaggio delle carte con IBAN che ti vengono offerte in Italia sono i seguenti:

  • Costi estremamente bassi, spesso ridotti a zero, e comunque mediamente molto più bassi di quelli dei conti corrente classici;
  • Apertura immediata e in pochi giorni ricevi la tua carta direttamente a casa, pronta per essere utilizzata;
  • Nessun tipo di controllo su protesti o segnalazioni CRIF: le banche sembrano essere estremamente più tranquille nel concedere questo tipo di servizi anche a chi ha avuto in passato problemi con banche e sistemi creditizi.

>>> Clicca Qui per Scoprire le Migliori Carte con IBAN <<<

Ciò non puoi ottenere né con un conto classico, né con una carta con IBAN

Ricordati comunque che in quanto protestato dovrai rinunciare a diversi servizi, che nessuno sarà in grado di fornirti in quanto protestato:

  • Libretto degli assegni: si tratta di un servizio che presume un certo grado di fiducia da parte della banca – quando si è protestati o segnalati, difficilmente si otterrà un libretto degli assegni;
  • Fido: anche il fido è tendenzialmente impossibile da ottenere se sei protestato o se hai segnalazioni;
  • Carta di credito: se potrai accontentarti di una carta di debito, ok. Altrimenti scordati di accedere a carte che hanno del credito incorporato.

ViaBuy, la Carta Conto Anonima

ViaBuy è una carta con IBAN con sede in Germania che è nata proprio per venire incontro a chi ha problemi come segnalazioni al CRIF oppure è protestato.carta anonima viabuy

Si tratta di una carta prepagata, che ti permette di:

  • Effettuare e ricevere bonifici;
  • Controllare via internet il tuo conto;
  • Pagare presso tutti i POS, sia online che offline, e dunque utilizzare la carta come preferisci e come una qualunque prepagata;

ViaBuy è una carta prepagata che non prevede alcun tipo di controllo di solvibilità o sul tuo credit score, e puoi anche utilizzarla in modo completamente anonimo quando le somme sono inferiori ai 1.000 euro.

Tra gli altri vantaggi che ViaBuy è in grado di offrirti troviamo:

  • Spedizione entro 24 ore della carta;
  • Possibilità di scegliere la carta in due varianti, nera e oro;
  • Ricarica sempre gratuita tramite IBAN;
  • Nessuna commissione per i pagamenti in Euro;

Puoi sempre accettare pagamenti dall’Italia e dall’estero, e dunque utilizzare questa carta anche come conto di appoggio per le tue attività di impresa personale.

I costi collegati a ViaBuy sono i seguenti:

  • 69,90 euro una tantum, all’apertura del servizio;
  • 19,90 euro di canone da pagare ogni anno;
  • 5,00 euro per ritirare denaro agli ATM di tutta Europa;

Sono costi importanti, che però sono a fronte di un servizio davvero unico nel suo genere, interessante sia per chi vuole rimanere anonimo sia per chi invece ha una situazione creditizia compromessa o quasi e magari è anche iscritto al registro dei protestati.

>>> Clicca Qui per Richiedere Subito ViaBuy <<<

Conto per protestati: come conviene muoversi?

Oggi i protestati hanno effettivamente a disposizione diverse soluzioni per ottenere un conto corrente o comunque un servizio che permetta la stessa operatività.

Come ti ho detto in apertura puoi sicuramente rivolgerti a servizi come i conti correnti tradizionali, che sono comunque accessibili (direttore permettendo) anche a chi è protestato.

In alternativa al conto corrente per protestati puoi scegliere tra le tante carte di credito con IBAN oppure ViaBuy, portandoti comunque a casa un servizio più che completo che può effettivamente darti una mano a sopperire la mancanza di un conto in banca.

Vuoi saperne di più? Leggi l’approfondimento sulla carta conto anonima per chi ha problemi di solvibilità

Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here