Ti hanno chiesto di stipulare una fideiussione bancaria ma non sai cos’è?

Chiedersi cosa sia la fideiussione è normale, specie se è la prima volta che ci si trova davanti a una richiesta del genere.

Hai necessità di richiedere un prestito? Qui sotto scopri i 3 migliori modi per ottenere i tuoi soldi

>>> Clicca Qui per Scoprire Come Ottenere Subito i Tuoi Soldi <<<

Un contratto di fideiussione prevede che una persona (il fideiussore) garantisca con il proprio patrimonio l’adempimento di un obbligo contrattuale assunto da un’altra persona.

Questa è la definizione specifica di una garanzia fideiussoria, ma vediamo esattamente come funziona e quando viene richiesta o si rivela necessaria.

Cosa significa fideiussione bancaria

La fideiussione bancaria è un’assicurazione o meglio una garanzia personale che vincola il debitore e il suo fideiussore a corrispondere quanto dovuto al proprio creditore. Quindi questa vede interessati tre soggetti principali: il debitore, il creditore e il fideiussore (garante).

Attraverso la fideiussione bancaria dunque il creditore ha la garanzia che qualunque cosa possa capitare al debitore ci sarà una terza figura che si assumerà l’onere del debito contratto, in questo caso la terza figura è la banca.

Una situazione nella quale ci si trova dinanzi alla richiesta di un contratto di questo tipo è la fideiussione bancaria per affitto. In questo caso, la fideiussione viene pretesa dal proprietario dell’immobile, mentre il garante diventa la banca, che si assolve il compito di pagare il canone di fitto se non lo fa il debitore.

Naturalmente poi sarà la banca a rifarsi sul debitore per riuscire a ottenere le somme anticipate al creditore.

Le varie forme di fideiussione sono regolamentate dall’articolo 1936 del Codice Civile italiano, come descritto dalla legge: il fideiussore si obbliga personalmente con il creditore e garantisce l’adempimento di un’obbligazione altrui.

Fideiussione bancaria come funziona

Come funziona la fideiussione bancaria? Il contratto di fideiussione come abbiamo visto può avvenire tra tre soggetti specifici il debitore, il creditore e il garante.

Nel settore bancario, dobbiamo considerare due tipi di fideiussione:

  • Solidale: questo contratto viene stipulato tra due banche che si impegnano ad assolvere i debiti assunti dal contraente. Questa opzione solitamente prevede un tetto massimo di spesa, entro la quale il fideiussore non ha l’obbligo ad intervenire.
  • Con beneficio di escussione: questo contratto prevede che il creditore prima di rivolgersi al fideiussore, si rivolga al debitore per il pagamento del debito. Quindi deve prima provvedere a un’esecuzione forzata dei beni del debitore principale, solo nel caso questi non siano sufficienti a coprire il debito, interverrà il fideiussore a coprire la parte restante del debito.

In entrambi i casi c’è un costo fideiussione bancaria da dover considerare, e questo è pagato sempre dal debitore. Quindi il debitore deve porre una somma a garanzia, deve pagare le commissioni e naturalmente il costo della polizza.

Solitamente una polizza di fideiussione prevede una commissione pari all’1% mentre i tassi di interesse sono tra lo 0,75% al 3% al mese a seconda del tipo di fideiussione richiesta alla banca.

Ad esempio, se si paga la fideiussione per l’affitto e il canone di locazione è pari a 800 euro, il debitore deve corrispondere tra i 20 e i 50 euro al mese alla banca.

Fideiussione bancaria: come ottenerla

Per ottenere una fideiussione bancaria le procedure possono variare leggermente in base all’istituto di credito al quale ci si rivolge. Anche se alcuni documenti potrebbero variare in linea generale possiamo considerare quelli che sicuramente ti serviranno se effettui la richiesta come privato cittadino:

  • CUD o Ultima dichiarazione dei redditi
  • Ultime due buste paga
  • Fotocopia dei documenti di identità
  • Contratto con il creditore sul quale si basa la fideiussione
  • Contratto di fitto (nel caso in cui si richiede per questo)

Nel caso in cui si sta richiedendo la fideiussione come persona giuridica, quindi se hai una ditta, un’impresa, una società o hai una srl unipersonale, i documenti da presentare sono:

  • Unico del reddito dell’amministratore e di eventuali soci
  • Bilancio della società
  • Copia della Visura Camerale
  • Contratto sulla quale si basa la fideiussione richiesta
  • Documento di identità del richiedente

Una volta portati tutti i documenti la banca provvederà a fare un contratto di fideiussione e comunica i costi e le condizioni a cui il debitore deve sottostare.

Quando decade la fideiussione?

La decadenza di questo contratto vincolante è disposta secondo le norme presenti nel codice civile. Questo definisce che la fideiussione bancaria dura per tutto il tempo in cui è prevista la durata dell’obbligazione, ossia del debito per la quale si è fatta la garanzia.

Nel momento in cui il debito viene pagato, allora la fideiussione bancaria cessa. Una volta cessato il contratto di fideiussione, se il debitore non ha pagato il suo debito, il creditore potrà richiedere il dovuto al garante.

La fideiussione bancaria decade anche nel caso in cui il debitore ripaghi il creditore prima della fine dei termini previsti dal contratto.

La fideiussione può essere estinta anche per cause che, ad esempio, la riguardano direttamente; queste sono le stesse per le quali si può estinguere anche un’altra obbligazione, quindi comprendono tutte le cause estintive generali e quelle speciali dettate nel contratto di fideiussione. 

Il codice civile, comunque prevede tre ipotesi di estinzione dell’obbligazione fideiussoria:

1) Quando l’obbligazione fideiussoria per il creditore non può avere effetto la surrogazione del fideiussore, nel pegno, nei diritti e nelle ipoteche o nei privilegi;

2) Quando si tratta di una fideiussione per un obbligazione futura, e il creditore ha fatto credito al debitore principale senza speciale autorizzazione del fideiussore, quindi le condizioni personali di queste sono diventate tali da rendere difficile il soddisfacimento del credito;

3) Quando il creditore non ha proposto le istanze contro il debitore entro i sei mesi previsti dopo la scadenza dell’obbligazione. Questo termine si può ridurre a due mesi quando il fideiussore ha limitato la propria obbligazione allo stesso termine di quella principale.

Infine, una causa dell’estinzione della fideiussione è comportata dalla non osservanza dell’onore di escussione del debitore.

Come recedere il contratto di fideiussione

Il recesso del contratto di fideiussione è un atto attraverso il quale un soggetto può possibilmente procedere alla revoca della fideiussione che si è stipulata in precedenza.

Il recesso dalle fideiussioni sono legittimate e previste solo nel caso in cui sia comprovata, da parte del creditore, una condotta colposa intenzionale e totalmente inappropriata.

Questi comportamenti portano alla risoluzione del contratto e la banca entra in diritto di richiedere le somme spettanti direttamente al soggetto debitore.

Nel caso in cui avvenga una revoca della fideiussione, l’ente ossia la banca o la finanziaria che l’ha concessa è comunque responsabile per il debitore, e anche per gli impegni constatati tra il soggetto debitore e quello creditore nel momento in cui la cauzione viene rescissa.

Infine, anche il debitore (se ha pagato quanto dovuto sino a quel momento) può chiedere il recesso dalla fideiussione, chiedendo lo svincolo alla banca che l’ha concessa e comunicando tale decisione al creditore, che dev’essere d’accordo alla sua cessazione.

In ogni caso, per avviare una pratica di recesso della fideiussione il soggetto intenzionato deve seguire un preciso iter burocratico, rendere attivo il recesso e comunicare tale proposito attraverso l’invio di un modello compilato per il recesso della fideiussione, da inviare con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

Adesso sai come funziona la fideiussione bancaria sia dal punto di vista del debitore sia da quello del fideiussore. Ma prima di chiedere un prestito scopri come ottenere il migliore prestito possibile!

Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here