Verso la fine di Marzo potremmo scoprire se gli Stati Uniti e la Cina hanno trovato un accordo sui dazi commerciali. Il possibile accordo tra queste due potenze è sicuramente uno dei market mover più potenti degli ultimi mesi. Infatti, questa è una delle cause che ha spinto le profonde correzioni che abbiamo visto sui listini azionari dell’autunno scorso.

Al momento però, anche se i market mover sono diversi, e tra questi troviamo i dazi e la Brexit, ciò che più preoccupa i mercati è in realtà la decisione della Federal Reserve ossia la banca principale degli Stati Uniti che influenza così una delle borse più importanti a livello internazionale. 

L’influenza della Fed sui mercati

La Fed nell’ultimo decennio ha ampliato il suo bilancio acquistando vari titoli con l’intento di far ripartire nuovamente la politica americana. Il 31 marzo del 2008, il bilancio era al di sotto dei 1000 miliardi di dollari, grazie a queste misure espansive però il bilancio ha raggiunto i 4500 miliardi. 

Raggiunti i 4500 miliardi, durante il 2014 la Fed però a smesso di espandere il bilancio. Infatti, non ha comprato nuovi titoli man mano che questi andavano in scadenza, in questo modo il bilancio è rimasto stabile sui 4500 miliardi sino al 2018. L’anno scorso la Fed ha avviato il quantitative tightening, che si configura come il contrario del quantitative easing.

Dunque la Federal Reserve non compra nuovi titoli e smette di ricomprare quelli in scadenza. In questo modo la Fed ha potuto iniziare un drenaggio sulla liquidità derivante dai mercati. 

I mercati però non stanno apprezzando la politica della Fed. Infatti, adesso che arriva la stretta, si iniziano a notare anche i primi segnali di rallentamento del ciclo economico. Quindi gli investitori, hanno lanciato un messaggio alla Fed, definendo dicembre come uno dei mesi peggiori dopo il Dopoguerra per la Borsa di NY.

Ci sarà riduzione del bilancio? Gli investitori attendono la risposta di Powell

Al momento, dunque il bilancio della Fed è diventato sempre più importante per i mercati. In molti infatti, si stanno chiedendo se Powell manterrà la promessa di ridurre il bilancio oppure farà marcia indietro? La decisione della Fed sarà basata sulla volatilità dei mercati nei prossimi mesi. Gli investitori intanto attendono la decisione portando così oscillazioni e preoccupazioni sui mercati internazionali.


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Silvia Faenza
Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dopo la laurea, inizia il suo percorso all'interno di un'agenzia di Marketing farmaceutico, approdando l'anno dopo nel mondo della scrittura e dell'editing per il web. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti in ambito business e personal finance. Scopri di più sulla redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here