Paysafecard




Si sa, acquistare sul Web significa nella maggior parte dei casi essere in possesso di una carta prepagata oppure di una carta di credito. Esiste un’alternativa? Ebbene si! Si chiama paysafecard.

È uno dei leader mondiali nel settore del pagamento prepagato online. Con paysafecard pagare in rete non è mai stato così rapido e semplice: dimentica le lunghe serie di cifre delle carte di credito, così come i codici di controllo. D’ora in avanti per i tuoi acquisti online sarà sufficiente un semplice PIN!

Cosa sono i voucher paysafecard?

Per pagare con paysafecard si utilizzano degli appositi voucher. Dove trovarli?

Sono reperibili in qualunque punto vendita abilitato. E non sono pochi: ce ne sono oltre 650.000 sparsi per tutto il globo!

voucher paysafecard hanno valori economici differenti. Potrai scegliere tra 10, 25, 50 o 100 euro. Ad ogni voucher è abbinato un codice pin di 16 cifre, il quale utilizzerai per i tuoi pagamenti online.

Come trovare uno shop abilitato nelle vicinanze? Semplicissimo! Ti basterà scaricare sul tuo smartphone l’app “My paysafecard” (disponibile sia per sistemi Android, sia iOS). Attraverso il sistema di localizzazione, ti indicherà il punto vendita più vicino.

Scendiamo però più nel dettaglio. Grazie agli accordi commerciali raggiunti negli ultimi mesi, potrai tranquillamente acquistare i tuoi voucher all’Esselunga, dopo aver ad esempio fatto la spesa, oppure in un centro Sisal dopo aver scommesso sulla tua squadra del cuore.

Per sapere presso quali rivenditori potrai acquistare con paysafecard online, puoi consultare direttamente la lista presente sul sito ufficiale.

Al momento dell’acquisto del voucher non verrà richiesto alcun documento d’identità, permettendoti di fare acquisti nel pieno anonimato.

Come pagare con paysafecard

Per effettuare acquisti online sulle piattaforme abilitate, sarà sufficiente indicare il metodo di pagamento desiderato ed inserire le 16 cifre del PIN in tua dotazione.

Nel caso l’importo speso non copra tutto il valore del voucher, il credito residuo potrà essere speso successivamente riutilizzando lo stesso codice. In caso contrario, se l’importo del voucher non è sufficiente, potrai inserire un nuovo PIN o quello appartenente ad un vecchio voucher non consumato completamente.

Esiste anche una soluzione alternativa per effettuare acquisti senza inserire le noiose 16 cifre che formano il PIN. Quale?

La creazione di un conto paysafecard realizzabile registrandosi sul sito ufficiale oppure tramite l’app.

Oltre a permetterti la verifica credito paysafecard, quest’ultima ti concederà la possibilità di caricare sul tuo conto l’importo dei tuoi voucher acquistati.

Con il conto a disposizione, i pagamenti saranno ancora più semplici e veloci: la transazione si realizzerà inserendo solamente il codice utente e la password scelta in fase di registrazione.

Paysafecard è un sistema di pagamento estremamente sicuro. Non esistono rischi di furto di dati bancari, o numeri di carte di credito.

Tuttavia, è bene adottare comunque alcuni accorgimenti:

  • Non inviare mai via mail o telefono il proprio codice PIN, così come le proprie credenziali del conto;
  • Non fornire mai il codice pin ad esercenti che non sono inseriti nella lista dei punti vendita autorizzati;
  • Richiedi immediatamente il blocco del conto in caso di attività sospette.

paysafecard: come ricaricare

Ricaricare paysafecard è un gioco da ragazzi! Basta caricare i pin dei voucher acquistati attraverso l’app.

Attraverso il proprio conto è possibile anche ricaricare portafogli digitali, come ad esempio Neteller e Skrill. Anche in questo caso il procedimento sarà molto semplice. Sempre attraverso l’app, molto intuitiva e facile da utilizzare, si potrà optare, attraverso la voce apposita, per il trasferimento di parte del credito su uno dei due famosi portafogli digitali.

Non siamo ancora giunti ad una delle note più dolenti: paysafecard prevede qualche commissione?

  • I voucher se non consumati entro 12 mesi, a partire dal 13° sono soggetti ad una commissione di disponibilità pari a 3 euro;
  • Il conto invece se inutilizzato da più di 12 mesi, è anch’esso soggetto ad un commissione di disponibilità mensile di 5 euro;
  • In caso di transazioni con valute estere viene attuata una commissione relativa al tasso di cambio aggiornato.

Paysafecard: dove comprare

Fin qui abbiamo parlato delle varia funzionalità presenti, ma probabilmente ti starà ancora balenando nella testa la domanda: “paysafecard: dove usarla?”

I portali che permettono gli acquisti con questo particolare sistema di pagamento sono numerosi, ed inoltre è accettata in ben 45 paesi nel mondo!

Sto facendo riferimento a siti di entertainment, scommesse sportive, e persino piattaforme dove incontrare l’anima gemella!

Nuovamente, potrai scoprire quali sono i partner online di paysafecard direttamente dal sito ufficiale.

E Amazon? Il famosissimo portale di e-commerce di Jeff Bezos purtroppo non è abilitato ai pagamenti con paysafecard.  Un bella noia, dato che Amazon è il sito di compravendita online più utilizzato in Italia.

Non temere però! Amazon ti permette di convertire i tuoi voucher direttamente in buoni Amazon.

E come fare per tutte quelle piattaforme che non accettano i voucher?

Sai che sono sempre pieno di risorse, e modestamente anche in questo caso ho la soluzione che fa al caso tuo.

Se sei titolare di un conto, avrai la possibilità di richiedere una carta prepagata paysafecard appartenente al circuito mastercard. Con questa potrai effettuare operazioni online su qualunque sito, ed inoltre potrai anche acquistare direttamente nei negozi fisici.

La richiesta per ottenere la carta prepagata può essere effettuata direttamente attraverso il proprio profilo sul sito o sull’app. Verrà consegnata in 5, 10 giorni lavorativi al recapito indicato al momento della domanda.

Attenzione però alle commissioni:

  • Per ogni ricarica sarà applicata una commissione del 4% sulla somma versata;
  • Per ogni prelievo da ATM sarà applicata una commissione del 3%;
  • Su ogni pagamento in valuta estera sarà applicata una commissione del 2%.

Paysafecard: come ritirare i soldi

Si può richiedere il rimborso in contanti del voucher? Certamente!

Sul sito di paysafecard esiste la sezione “rimborso”. Qui compilando i moduli online ed inserendo la serie di cifre inerente al proprio Pin, si potrà ottenere la restituzione dell’ammontare in denaro ancora presente sul voucher.

Ciò nonostante te lo sconsiglio. Il rimborso è soggetto ad una commissione piuttosto onerosa: ben 7,50 euro! Mettiamo caso che il tuo voucher sia di 50 euro: ti sarà trattenuto il 15 % del valore totale!

Un’altra possibilità per ritirare soldi dal proprio conto paysafecard è utilizzare la carta mastercard ad esso abbinata. Anche qui, come notato nel paragrafo precedente, verrà applicata una commissione non così economica del 3% sul prelievo.

Bene, la mia recensione di Paysafecard termina qui. Sei alla ricerca di soluzioni simili? Clicca qui e scopri la mia selezione delle migliori carte prepagate del momento a costo zero.


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here