Settore Moda

I fatturati nel mondo del lusso e della moda sono cresciuti del 2,4%, gli stipendi però sono in fermo, nonostante la crescita del settore. 

Gli stipendi di chi lavora nel settore della moda infatti, negli ultimi quattro anni hanno visto una retribuzione in crescita solo per i quadri, invece per le altre mansioni specie nel campo delle qualifiche in filiera i trend sono in stagnazione e persino al ribasso.

Aumenta la crescita dei profitti, ma non gli stipendi

Le retribuzioni nel campo del luxury, della moda, tessile, accessori e abbigliamento si stanno posizionando sotto la media nazionale, la retribuzione annua lorda infatti è compresa tra i 27 e i 28 mila euro all’anno, quando la media degli stipendi in Italia invece è di 29.380 euro annui. Al momento nel settore della moda sono impiegati ben 400 mila operai, la maggior parte di questi sono donne.

I comparti dell’abbigliamento, degli accessori e del tessile vede che le retribuzioni medie degli impiegati tocca il -5% degli stipendi della media nazionale. Secondo l’azienda di recruiting Badenoch & Clark in collaborazione con JobPricing ha realizzato un’indagine completa sulle retribuzioni proprio nel campo del lusso e della moda. Queste osservazioni sono state effettuate basandosi su varie informazioni come: dati per settore, retribuzione annua lorda, e quota variabile.

Aumenti solo in campo dirigenziale

In via generale mentre nel 2017 e nel 2016 le retribuzioni sono cresciute. Non è stato così per il 2018 dove le retribuzioni degli operai non hanno visto una crescita, anzi i salari sono rimasti al pari e persino scesi al di sotto di quelli degli anni precedenti. Dall’analisi infine emerge che solo i dirigenti hanno ottenuto un incremento retributivo pari allo 0,6% rispetto all’anno precedente.

La quota variabile è comunque molto consistente nel campo dirigenziale, questa si riferisce al 77,8% dei dirigenti italiani con una media di oltre 19 mila euro per coloro che l’hanno ricevuta. Per queste figure la retribuzione annua di queste figure ha visto un’incidenza media pari al 20,2%. 

Silvia Faenza
Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dopo la laurea, inizia il suo percorso all'interno di un'agenzia di Marketing farmaceutico, approdando l'anno dopo nel mondo della scrittura e dell'editing per il web. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti in ambito business e personal finance. Scopri di più sulla redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here