Wall Street vede innumerevoli titoli in rosso e la sua instabilità raggiunge anche l’Europa dove le borse sembrano avanzare in modo incerto. Dopo un avvio di giornata in calo, Milano è cresciuta dello 0,33%, Londra invece perde lo 0,65% e Parigi lo 0,41%. Francoforte, invece vede un lieve rialzo pari allo 0,27%. La piazza finanziaria americana invece dopo la giornata critica di ieri, vede rimbalzare gli indici che guadagnano un punto percentuale.

Sulle borse pesa l’attesa sul rialzo probabile dei tassi, la FED deciderà su questi a partire dalle tensioni commerciali che ci sono con Pechino. Non giova inoltre lo scontro che è stato avviato dal presidente americano Trump contro il numero uno della Fed Jerome Powell. Infatti, ieri il Presidente americano è tornato nuovamente a criticare le scelte della Banca Centrale e ha definito incredibile una nuova stretta sui tassi, considerando che al momento il dollaro è molto forte.

Dall’Italia all’Asia: l’andamento dei mercati

La giornata si è aperta in affanno, i mercati hanno visto in mattinata i listini asiatici dove il Nikkei ha chiuso al -1,82%. Meno pesante invece il passivo per Shangai e Shenzen che hanno lasciato solo un punto percentuale.

In Italia, il rialzo dello spread è lieve mentre l’Europa ha chiesto ulteriori sforzi al governo italiano per evitare l’avvio di una procedura d’infrazione. Il differenziale si posiziona così a 270 punti con un rendimento del titolo decennale italiano pari al 2,93%. Invece, l’euro apre stabile e passa a 1,1340 dollari e 127,67 yen.

La Germania presenta dei risultati negativi sul rallentamento dell’economia dopo quelli che sono stati registrati negli scorsi giorni. L’indice Ifo che misura la fiducia delle imprese tedesche invece cala da 102 a 101 punti.

Il prezzo del petrolio invece resta al di sotto dei 50 dollari al barile, per effetto della produzione in aumento degli Stati Uniti che secondo alcune stime avrebbe superato quelle della Russia e dell’Arabia Saudita. Il Wti di New York, infine, è arrivato a perdere due dollari al barile, mentre il Brent a Londra viaggia a 57,86 dollari con un -2,94%. 


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Silvia Faenza
Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dopo la laurea, inizia il suo percorso all'interno di un'agenzia di Marketing farmaceutico, approdando l'anno dopo nel mondo della scrittura e dell'editing per il web. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti in ambito business e personal finance. Scopri di più sulla redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here