Fondo pensione Unicredit, pensione complementare Unicredit

Cerchi informazioni sul fondo pensione Unicredit? Vuoi saperne di più? Sei nel posto giusto!

La previdenza complementare è diventata ormai una scelta quasi obbligata per tutti coloro che vogliono garantirsi una rendita aggiuntiva nel momento in cui andranno in pensione al fine di mantenere inalterato il loro stile di vita.

Per questo motivo alcuni gruppi bancari hanno istituito dei fondi pensione ad hoc per i propri dipendenti: è il caso, ad esempio, del Fondo pensione Unicredit.

Scopri di cosa si tratta nei paragrafi che seguono.

Cos’è e come funziona il fondo pensione Unicredit

Unicredit Fondo pensione è stata una delle prime forme di previdenza integrativa introdotte per i dipendenti nel nostro Paese.

Nasce, infatti, dall’esperienza della vecchia Cassa di Previdenza, istituita nel 1905, divenuta poi nel 1949 Fondo Previdenza, e ad oggi conta più di 50.000 iscritti fra dipendenti ed ex dipendenti, amministrando un patrimonio complessivo di oltre 2,5 miliardi di Euro.

L’adesione al fondo è ovviamente volontaria e mentre l’ammontare della contribuzione è prefissato, la rendita che se ne ricava viene invece calcolata in base ai contributi versati, cui si aggiungono gli interessi maturati in base agli investimenti effettuati.

Requisiti per aderire

Al Fondo pensione Unicredit possono aderire tutti i dipendenti ed ex dipendenti delle società aderenti al gruppo.

In base ad alcuni accordi intercorsi nel tempo, all’interno del Fondo sono confluiti anche gli iscritti ad altri fondi pensione Unicredit, come ad esempio i fondi di i fondi di ex Cassa di Risparmio di Verona, Cassa di Risparmio di Roma, Banca dell’Umbria, Banco di Sicilia, Bipop – Carire, Cassa di Risparmio di Carpi, Unicredit Banca Mediocredito.

Ecco quindi che nel giro di pochi anni il numero degli iscritti è andato sempre più aumentando, attestandosi oggi intorno alle 50.000 unità, quasi equamente suddivisi fra uomini e donne e con un’età media di circa 70 anni.

Come aderire al fondo

Il primo passaggio da fare è quello di inviare una e-mail all’indirizzo adesioniFPDG@unicredit.eu specificando il proprio nome, cognome, società di appartenenza e data di assunzione, indicando anche se si è già iscritti ad un altro fondo o meno.

Se già iscritti ad un altro fondo, occorre anche fornire il proprio codice di iscrizione, informazione necessaria per poter effettuare il passaggio.

Una volta inviata la e-mail, riceverai il modulo di adesione e il documento con tutte le informazioni chiave in cui sono riepilogate tutte le principali caratteristiche del Fondo, con specifico riguardo alla contribuzione, costi, opzioni di investimento e relativi rischi.

Suddetto modulo di adesione, compilato in ogni sua parte e completo della documentazione da allegare, dovrà poi essere inviato a HR Operations Italy, Viale Tupini, 180 – Roma che provvederà alle necessarie registrazioni e successivamente all’inoltro al Fondo.

Come versare i contributi

Trattandosi di un fondo collettivo, se un dipendente od ex dipendente Unicredit o di altra società del gruppo decide di aderire, oltre a versare la propria parte di contributo che sarà decurtata direttamente in busta paga, avrà diritto anche al versamento di una quota da parte del datore di lavoro.

Per quello che concerne la misura della contribuzione, questa sarà scelta da te al momento dell’iscrizione, anche se potrà essere variata anche in seguito: l’importo minimo mensile è di 100 €, solo il primo contributo dovrà essere non inferiore a 200 €.

Per raggiungere una maggiore contribuzione, il Fondo consente anche di fare dei versamenti aggiuntivi liberi e autonomi, godendo di un trattamento fiscale agevolato.

Inoltre, se sei iscritto da più di un anno al fondo prima di andare in pensione, puoi anche decidere di proseguire la contribuzione oltre il raggiungimento dell’età pensionabile; è inoltre possibile attivare posizioni previdenziali a favore delle persone fiscalmente a tuo carico e tali versamenti dovranno essere effettuati tramite bonifico bancario.

In cosa sono investiti i contributi

I contributi che vengono versati mensilmente sono investiti dal gestore del Fondo, attualmente due società di diritto lussemburghese, secondo quattro diverse linee d’investimento caratterizzate da diversi profili di rischio e rendimento.

La linea di investimento meno rischiosa è quella “garantita”, che offre agli iscritti un rendimento atteso allineato all’indicizzazione del TFR; le altre linee propongono, a fronte di una maggiore volatilità, rendimenti attesi via via crescenti rispetto a quello del TFR.

Prima di scegliere a quale linea di investimento aderire, è importante fare le opportune valutazioni sulla tua situazione lavorativa e sul tuo patrimonio personale. Per questo motivo, lo stesso gestore ti porrà alcune domande tramite questionario per aiutarti a capire il profilo di rischio più adatto alle tue esigenze personali e familiari.

Quali prestazioni pensionistiche si possono ottenere

Aderendo al fondo di previdenza complementare Unicredit, nel momento in cui andrai in pensione e per tutto il resto della vita riceverai una rendita sulla base del capitale che avrai accumulato sulla base dei contributi e degli interessi maturati; in alternativa alla rendita, puoi anche chiedere di percepire un capitale fino ad un importo pari al 50% di quanto hai accumulato.

Come e quando si può riscattare la propria posizione

Unicredit consente di riscattare la rendita maturata nel fondo a due particolari condizioni: in caso di cessazione del rapporto di lavoro con Unicredit, oppure qualora tu intenda trasferire l’ammontare complessivo maturato in qualche altra forma di previdenza complementare, trattandosi, come abbiamo detto all’inizio, di un fondo totalmente libero e volontario.

Un’altra cosa importante da sapere è che puoi richiedere un’anticipazione, fino al 75% di quanto hai maturato, per far fronte a spese sanitarie di particolare gravità, che possono riguardare anche il coniuge e i figli.

Devi invece aspettare almeno otto anni per poter richiedere un’anticipazione, fino al 75% di quanto hai maturato, per l’acquisto della prima casa, per te o per i tuoi figli, o per le spese di ristrutturazione della prima casa, oppure un’anticipazione, fino al 30%, per altre esigenze di carattere personale.

Come e quando si può trasferire la propria posizione

Trascorsi due anni dall’adesione al Fondo pensione Unicredit puoi richiedere di trasferire la tua posizione individuale in un’altra forma pensionistica complementare.

Prima di questo termine, il trasferimento è possibile solo in caso di perdita dei requisiti di partecipazione al fondo: in quest’ultimo caso, ti sarà possibile riscattare, in tutto o in parte, la posizione maturata a quel momento, indipendentemente dagli anni che ancora mancano al raggiungimento della pensione.

Come controllare la gestione del pip

Per controllare l’andamento e la gestione del proprio investimento nel Fondo pensione Unicredit è possibile andare sul sito dedicato, dove sono disponibili sia i bilanci che tutte le politiche di investimento approvate dalle società che gestiscono il fondo stesso, oltre ad un elenco di Faq relative alle modalità di contribuzione/ erogazione.

Sempre dal sito è possibile accedere, inserendo codice fiscale e password, ad un’area riservata a tutti gli iscritti al fondo dove è possibile monitorare la propria situazione previdenziale.

L’opinione di Supercoin

Che dire, Unicredit è senza dubbio uno dei gruppi bancari più consolidati e stabili e di sicuro la longevità del suo fondo pensione, le cui origini risalgono alla vecchia Cassa di previdenza fondata agli inizi del 1900, gioca sicuramente a favore.

La presenza di quattro linee di investimento con diverso grado di rischio, di cui una a capitale garantito, permette di soddisfare diversi tipi di esigenze quindi, se sei un dipendente di una società del gruppo Unicredit, scegliere questa forma di previdenza complementare si rivela probabilmente una delle migliori scelte possibili.

Vuoi sapere tutto sulla pensione integrativa? Clicca qui e leggi subito la guida completa!

Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here