Rateizzazione Equitalia

Come funziona la rateizzazione Equitalia? Come puoi rateizzare le cartelle di pagamento dell’Agenzia delle Entrate?

Nella guida di oggi ti parlerò proprio di quella che è la possibilità per dilazionare i pagamenti che è offerta dallo Stato Italiano e dei suoi enti di riscossione per dilazionare un debito che hai accumulato con l’erario.

Vediamo insieme come funziona la rateizzazione di Equitalia, come puoi richiederla e quali sono i motivi di decadimento dalla rateizzazione.

Come funziona la rateizzazione Equitalia

La rateizzazione dei debiti con Equitalia è diversa a seconda dell’ammontare del debito. Sono infatti previste procedure e termini diversi a seconda del debito e della sua consistenza (se è un debito inferiore ai 60.000 euro oppure se lo supera).

Vedremo insieme quelle che sono le procedure per dilazionare il pagamento Continua a leggere.

Il piano ordinario per i debiti inferiori ai 60.000 euro

Per debiti che sono inferiori ai 60.000 euro, puoi richiedere la rateizzazione direttamente online, presentando una domanda semplice, senza che sia necessaria alcun tipo di documentazione. Dovrai limitarti a dichiarare una temporanea difficoltà economica per accedere al piano di rateizzazione.

Avrai diritto a dilazionare il debito fino ad un massimo di 72 rate, scegliendo inoltre tra rate fisse, oppure rate crescenti, per andare a pagare somme maggiori in futuro.

Il limite di 60.000 euro deve essere calcolato tenendo conto sia del debito che vuoi dilazionare, sia di eventuali altri debiti già dilazionati sempre con l’agenzia delle entrate.

Per chi ha un debito superiore ai 60.000 euro

È leggermente più complicata invece la procedura per chi ha un debito superiore ai 60.000 euro. In questo caso infatti la rateizzazione deve essere presentata all’Agenzia delle Entrate, presentando inoltre i documenti ISEE, che attestino una momentanea difficoltà economica. Successivamente l’Agenzia delle Entrate comunicherà l’accettazione o meno della dilazione del debito.

Nel caso in cui la dilazione fosse accettata, potrai dilazionare per un massimo di 72 rate, ovvero di sei anni.

Anche in questo caso nel calcolo del limite deve essere incluso il debito in corso più eventuali debiti che sono stati già dilazionati.

Anche in questo caso, inoltre, puoi decidere di procedere con rate costanti o rate crescenti, ovvero con pagamenti meno impegnativi all’inizio del percorso e rate più impegnative con il procedere del piano.

Il piano straordinario di dilazione

Nel caso in cui tu non fossi in grado di sostenere una dilazione del debito entro 72 rate, potrai richiedere una rateizzazione straordinaria fino alle 120 rate di importo costante.

Devi dimostrare in questo caso di non avere gli strumenti e i mezzi per pagare il debito secondo uno dei due piani ordinari sopra elencati, ovvero dimostrare che la rata è più del 20% del reddito totale della tua famiglia, certificato tramite ISEE.

In questo caso dovrai domandare la rateizzazione all’Agenzia delle Entrate, con una comprovata e dimostrata difficoltà dovuta alla congiuntura economica, per ragioni che sono indipendenti dalla tua volontà.

Come ottenere la rateizzazione Equitalia

Il debito deve essere richiesto o online, per debiti inferiori a 60.000 euro, oppure all’Agenzia delle entrate per debiti superiori ai 60.000 euro.

I moduli richiesti sono i seguenti:

  • R1: ovvero il modulo di richiesta o proroga del debito per importi fino a 60.000 euro.
  • R2: ovvero il modulo di richiesta o proroga per debiti superiori ai 60.000 euro per le ditte individuali e le persone fisiche.
  • R4 per la rateizzazione straordinaria sopra le 72 rate e fino a 100 rate, per persone fisiche o ditte individuali, per qualunque tipo di debito, che sia superiore o meno ai 60.000 euro.
  • R5: modulo che è invece destinato alle richieste da parte di persone giuridiche e società.

Quando decade la rateizzazione Equitalia

Nel caso di mancato pagamento delle rate, si è considerati inadempienti verso gli enti creditori e verso l’Agenzia delle Entrate e dunque si può essere oggetti di fermi e ipoteche nonché di altre procedure di riscossione.

Puoi comunque richiedere una sospensione del pagamento all’Agenzia delle Entrate, oppure chiedere una proroga nel caso in cui la tua condizione economica dovesse peggiorare.

La proroga si può richiedere una sola volta e può essere estesa a 72 ulteriori rate, oppure nel caso di proroga straordinaria a 120 rate.

La richiesta di proroga deve essere accompagnata sempre da domanda motivata, che dichiari che successivamente alla dilazione del pagamento le condizioni economiche sono effettivamente peggiorate.

Si tratta di una procedura d’emergenza che viene però accordata dall’Agenzia delle Entrate soltanto nel caso in cui siano effettivamente intervenuti imprevisti di carattere economico che abbiano finito per peggiorare le condizioni economiche del nucleo familiare.

Conviene la dilazione e la rateizzazione del debito con Equitalia o con l’Agenzia delle Entrate?

Le condizioni offerte sono particolarmente vantaggiose e questo è uno degli unici modi che hai per uscire da una situazione complicata, nella quale non potresti essere in grado di far fronte ai tuoi debiti con il Fisco e con l’Erario.

Non sono previsti interessi e spese di riscossione, motivo per cui, nel caso in cui dovessi averne bisogno, potresti sicuramente fare richiesta per ottenere la dilazione senza alcun tipo di svantaggio.

Una volta accordata la rateizzazione, è il caso di ricordare che vengono interrotte eventuali procedure per la riscossione e non dovrai temere attacchi al tuo patrimonio da parte degli enti creditori.

A questo punto sono sicuro che potrebbe esserti utile sapere qualche dritta per riuscire a risparmiare qualche soldo ogni giorno. Clicca qui per scoprire il metodo in 5 step!

Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here