risaprmio postale - libretto postale
data-full-width-responsive="true">



Il Risparmio Postale è una forma di investimento emesso dalla Cassa depositi e prestiti di Poste Italiane ed è costituito, principalmente, dai buoni postali e dai libretti postali.

In generale, queste soluzioni offrono ai propri clienti alcuni vantaggi che possono essere riassunti nei seguenti:

  • Sicurezza;
  • Semplicità;
  • Garanzia dello Stato;
  • Capitale investito disponibile in qualsiasi momento.

Le diverse tipologie di risparmio postale

Libretti postali

Il libretto postale è un prodotto finanziario offerto da Poste Italiane che consente di gestire in modo semplice ed immediato i propri risparmi. E’ un servizio molto economico e, ad esclusione degli oneri di natura fiscale, non prevede alcuna spesa di apertura, chiusura o gestione. Inoltre, è possibile prelevare e versare denaro da tutti gli sportelli degli uffici postali. E’ garantito dallo Stato Italiano.

Quali sono le principali peculiarità del libretto postale?

Essendo un prodotto fruttifero, a seconda del tipo di libretto scelto, verranno riconosciute determinate percentuali di interessi.

Questa soluzione è molto comoda per chi non è in possesso di conto corrente oppure per chi vi accredita la pensione.

A fianco degli evidenti vantaggi, però, vi sono alcuni aspetti poco favorevoli per i risparmiatori.

In primo luogo, gli interessi non sono molto alti e la remuneratività è bassa; quindi, più che un investimento del proprio denaro, il libretto può essere considerato come una sorta di passaggio temporaneo per i nostri risparmi. E’ una forma di risparmio poco redditizia.

Assieme all’apertura di un libretto postale (o anche successivamente) si può richiedere l’emissione della carta libretto che consente di effettuare determinate azioni sul proprio libretto, senza per forza doversi recare presso gli uffici postali.

Grazie a questa carta, è possibile prelevare presso gli sportelli Postamat ed è possibile gestire il proprio libretto online. Come il libretto, la carta non ha costi né per l’attivazione né per le operazioni che si effettueranno.

Va sottolineato che questa carta libretto non è assimilabile ad un bancomat, ma è solo un modo per facilitare la gestione del libretto postale.

Il libretto postale può avere fino a 4 titolari e la cointestazione stabilisce che le somme presenti sul libretto sono di proprietà di tutti i cointestatari, in parti uguali. Di conseguenza, anche tutte le operazioni di deposito, prelievo o consultazione del saldo, possono essere richieste in modo autonomo da ognuno dei titolari, senza per forza aver bisogno della presenza degli altri.

Solo la chiusura del libretto richiede la presenza di tutti i titolari o, in alcuni casi, di una delega da parte dei non presenti.

Quando conviene investire nel libretto postale?

In conclusione, il libretto postale è uno strumento finanziario che ha rischi davvero bassissimi; tra questi, vi sono il rischio di una variazione dei tassi di rendimento lordi annui (in base, soprattutto, all’andamento di mercato) e il rischio di perdita o furto del libretto, essendo ancora in forma cartacea.

A questi aspetti, però, sono legati anche limiti che non possono essere trascurati; il prodotto risulta essere molto rigido e non può essere considerato come un vero e proprio conto corrente anche se, negli ultimi anni, sono state introdotte nuove potenzialità.

Infatti, nonostante sia possibile usufruire gratuitamente della carta libretto e dei servizi online, le azioni disponibili sono limitate e spesso è necessario recarsi personalmente presso l’ufficio postale.

Buoni postali

I buoni fruttiferi postali sono, come i libretti postali, garantiti dallo Stato Italiano attraverso la Cassa depositi e prestiti di Poste Italiane; non vi sono spese di gestione, ma al momento della sottoscrizione è necessario pagare una quota di iscrizione pari a 50 euro.

Quali sono le principali peculiarità dei buoni postali?

Questi buoni postali sono forme particolari di titoli e hanno un funzionamento piuttosto semplice; infatti, è sufficiente versare una somma di denaro e attendere dai 6 ai 12 mesi che maturino gli interessi. E’ comunque possibile chiedere la restituzione del capitale versato in qualsiasi occasione.

A seconda della durata di investimento, vengono proposti vari tipi di investimento; in generale, i buoni fruttiferi postali di breve durata hanno un rendimento piuttosto basso.

Poste italiane ha pensato anche ai giovani e ha creato i buoni fruttiferi postali dedicati ai minori, con un’età compresa tra 0 e 16 anni e mezzo.

Questi buoni consentono la restituzione totale di quanto investito, insieme agli interessi eventualmente maturati; la durata dell’investimento è variabile e il tasso è fisso.

In generale, i vantaggi dei buoni fruttiferi postali sono molteplici:

  • Economicità: non ci sono costi di gestione.
  • Capitale investito sempre disponibile: è possibile richiedere, in ogni momento, il proprio denaro investito.
  • Non sono soggetti ad oscillazioni di mercato, a differenza dei Buoni del Tesoro; questo garantisce un rendimento sicuro, anche con condizioni avverse di mercato.
  • Hanno una tassazione più favorevole rispetto a quella applicata sulle rendite finanziarie; sui rendimenti annuali, la tassazione dei buoni fruttiferi postali è pari al 12,5%, contro il 26% delle altre tassazioni.
  • L’imposta di bollo è esente in caso di capitali inferiori ai 5.000 €.
  • Si possono sottoscrivere in maniera semplice e consentono tagli minimi anche bassi.

Anche in questo caso, però, ci sono da considerare alcuni svantaggi:

  • I rendimenti offerti dai buoni fruttiferi postali sono più alti di quelli offerti dai libretti postali, ma restano comunque bassi tanto che sarebbe più corretto parlare di risparmio, più che di investimento vero e proprio.
  • Sono buoni garantiti dallo Stato Italiano. Per quanto questa possa essere una grande forma di garanzia, potrebbe essere un aspetto molto negativo; in caso di fallimento dello stato, infatti, i buoni diventerebbero inutilizzabili.
  • Nonostante siano esenti dalle oscillazioni del mercato, non sono convenienti se basati sull’andamento degli indici di Borsa. Bisogna scegliere con attenzione la tipologia di buono fruttifero postale maggiormente conveniente.

I consigli smart di Supercoin

Se hai qualche risparmio o qualche capitale e vuoi tentare un investimento a basso rischio, i prodotti postali possono fare sicuramente al caso tuo.

Sia col libretto postale che con i buoni fruttiferi postali, puoi usufruire di un servizio economico e semplice che, anche se con basso tasso di interesse rispetto ad altre forme finanziarie, ti consente di avere un minimo di rendimento.

Inoltre, puoi sempre riprendere il capitale investito senza attese, in caso di bisogno.

In un periodo caratterizzato da forti oscillazioni di mercato, queste forme di investimento garantiscono una sicurezza maggiore per i tuoi risparmi.

Se invece hai intenzione di ottenere un rendimento maggiore, forse è il caso di scegliere forme alternative di investimento.

Una interessante alternativa con rendimenti superiori

Al momento questo prodotto non offre rendimenti degni di nota. Se invece sei in cerca di una soluzione con cui investire i risparmi ti suggeriamo Moneyfarm .

Si tratta di una piattaforma di gestione degli investimenti creata da un team di esperti, premiata per il secondo anno di fila da Milano Finanza come miglior consulente finanziario indipendente italiano ed è utilizzata da decine di migliaia di clienti.

Naturalmente le performance passate non sono garanzia dei rendimenti futuri, ma dal 2011 ad oggi con un profilo di rischio medio avresti guadagnato oltre il 5%, per un totale del + 37,7% in 7 anni.

Puoi registrarti adesso gratuitamente per ottenere subito online un piano di investimenti personalizzato sulle tue esigenze.

>> Clicca qui per registrarti subito a Moneyfarm <<


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Anna Porello - Supercoin.it
Laura Magistrale in Marketing e Comunicazione d’Impresa (2004) conseguita a pieni voti presso l’Università degli Studi di Torino e Master di II livello presso la Facoltà di Economia di Torino (2006). Scopri di più su Anna e la redazione qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here