assicurazione moto sospendibile

Conosci l’assicurazione sospendibile moto?

La moto è un mezzo di trasporto molto comune nelle città, non sempre però si ha la possibilità di utilizzare la moto tutto l’anno e questa può rimanere anche mesi ferma in garage.

Quando ciò avviene però si può scegliere di non “perdere” i mesi del premio pagato, nel momento in cui il mezzo non sta circolando, sfruttando la cosiddetta assicurazione sospendibile moto.

L’assicurazione moto sospendibile infatti, permette di mettere in pausa la polizza in quei periodi in cui a causa del mal tempo o perché si è fuori per lavoro ecc…la moto rimane ferma in un box o all’interno di un garage.

Grazie a questa soluzione dunque si ha la possibilità di bloccare l’assicurazione da un minimo di un mese a un massimo di un anno e riattivarla in un secondo momento estendendo il periodo per il quale si è già corrisposto il pagamento della polizza.

In base al tipo di assicurazione temporanea moto che scegli di contrarre ci sono diverse variabili da prendere in considerazione, ad esempio ci sono polizze assicurative che permettono di richiedere il blocco dell’assicurazione una sola volta, altre invece danno la possibilità di sospenderla anche più volte durante il periodo per il quale si scelto di assicurarsi.

Cos’è e cosa copre l’assicurazione sospendibile moto

L’assicurazione moto temporanea, come abbiamo accennato, è una polizza moto che permette per un determinato periodo, di sospendere assicurazione e quindi allungare di conseguenza il periodo di copertura, recuperando i mesi “persi” nel momento in cui se ne ha più bisogno, o meglio quando si utilizza effettivamente la moto.

Per l’assicurazione motorino il tempo minimo per la sospensione è pari a un mese, esistono però anche dei periodi limite da rispettare se non si vuole che la compagnia proceda con la risoluzione del contratto.

Ad esempio, alcune compagnie che offrono la sospensione assicurazione moto, procedono a risolvere il contratto nel momento in cui si supera il numero massimo di “stop” richiedibili oppure se il tempo per il quale si sospende l’assicurazione è superiore rispetto a quello definito dal contratto.

In caso di pagamento rateale di un’assicurazione scooter o moto, la compagnia può scegliere di risolvere il contratto anche nel momento in cui, il contraente presenta una situazione contabile irregolare e quindi non corrisponde come d’accordo le rate della polizza.

Le coperture dell’assicurazione moto temporanea infine, cambiano a seconda del contratto che si è stipulato. Ad esempio, si può richiedere una polizza completa (Kasko), oppure siglare solo la normale polizza per la responsabilità civile (RC Moto), o ancora si può scegliere di ottenere anche delle coperture extra come l’assicurazione furto e quella in caso d’incendio involontario o causato da terzi.

Quanto costa

Dare una risposta univoca sul costo dell’assicurazione moto sospendibile è molto difficile perché ci sono tante variabili da prendere in considerazione.

Ogni polizza infatti prevede una tariffa, degli oneri per la sospensione e per la riattivazione, ma anche dei costi differenti in base alle polizze accessorie che vengono richieste.

Per avere una risposta certa sul costo dell’assicurazione moto sarebbe sempre meglio decidere di fare un preventivo presso le varie compagnie.

In linea generale, possiamo dire che il costo della polizza sospendibile è simile a quello tradizionale, ma sono previste delle spese accessorie per la riattivazione che ad esempio può andare da un minimo di 20 a un massimo di 30 euro.

Alcune assicurazioni oltre che per la riattivazione possono chiedere anche dei costi extra per la sospensione, anche questi sono esigui e possono arrivare a un massimo di 30 euro.

Quando non viene corrisposto il risarcimento?

Quando non viene corrisposto il risarcimento? Le clausole che definiscono quando viene corrisposto o meno un risarcimento assicurativo in caso di incidente sono sempre elencate all’interno del contratto.

In linea generale, la maggior parte delle assicurazioni moto sospendibili prevede che non si risarcisca l’assicurato nel momento in cui la moto si danneggi, venga rubata o s’incendi nel momento in cui sussiste la sospensione.

Esistono però delle compagnie offrono la copertura sia per l’incendio sia per il furto anche durante il periodo della sospensione dell’assicurazione.

Naturalmente durante il periodo di sospensione non è possibile uscire e utilizzare la moto, questa inoltre dev’essere tenuta al riparo in un box auto o in un garage e non può stare in strada o in luoghi dove c’è il rischio che venga coinvolta in un’incidente tra terzi.

Come si richiede

Come richiedere l’assicurazione moto sospendibile? La richiesta di questa polizza può essere fatta presso varie compagnie di assicurazioni; per scoprire quali sono le principali che presentano quest’opzione, puoi scegliere di controllare le compagnie assicurative direttamente online.

In ogni caso, per effettuare la richiesta dell’assicurazione moto sospendibile (che sia online o in un’agenzia preposta sul territorio), devi semplicemente presentare il libretto della moto, dove sono riportati tutti i suoi dati, e richiedere la copertura desiderata.

Dopo aver effettuato la richiesta, l’agenzia d’assicurazione ti farà un preventivo e ti permetterà di controllare il contratto, se questo ti convince allora potrai firmarlo e infine procedere al pagamento della polizza.

Quale scegliere

Scegliere l’assicurazione moto sospendibile oggi grazie a internet è davvero molto semplice. Infatti, esistono dei sistemi di comparazione online che danno la possibilità di mettere a confronto tutte le assicurazioni che offrono questo tipo di contratto.

Con i comparatori online basta inserire la targa della moto e i dati richiesti per ottenere così i vari preventivi con i prezzi proposti dall’agenzia assicuratrice.

Naturalmente oltre a visionare il prezzo più basso devi procedere anche alla valutazione delle condizioni offerte, come ad esempio se l’assicurazione ti offre la possibilità di mantenere attiva la clausola incendio e furto, o a quanto ammonta la spesa ogni qualvolta si sospende e si riattiva la polizza assicurativa.

Quando conviene

L’assicurazione moto sospendibile conviene quando non si sfrutta effettivamente la polizza in quanto, in un specifico periodo non devi o non puoi utilizzare la moto. Ad esempio, ci sono molti motociclisti che non usano la moto durante il periodo invernale e quindi hanno bisogno di sospenderla.

Grazie alla sospensione del contratto di assicurazione si riesce dunque a risparmiare, perché la polizza invece di durare un anno può raggiungere una durata di 13, 14 o 16 mesi.

In casi limite, alcune assicurazioni permettono di sospendere l’assicurazione anche sino a un anno, quindi la polizza potrebbe raggiungere una durata di 18 o 20 mesi.

I vantaggi di un’assicurazione moto sospendibile sono diversi, ma bisogna sempre considerare che nei mesi in cui la polizza è sospesa vi è anche il blocco della RC moto quindi non si può utilizzare e non può essere lasciata in spazi esterni, ma dev’essere parcheggiata nel garage o in un box privato.

Infine dal punto di vista della convenienza, sicuramente l’assicurazione sospendibile risulta essere una buona alternativa a quella temporanea. Infatti, le assicurazioni temporanee hanno costi maggiori rispetto ai quelli di una sospendibile.

Bene, adesso non ti rimane che cercare l’assicurazione più conveniente per le tue tasche, scopri subito come riuscirci leggendo la guida al vantaggioso mondo delle assicurazioni online!

Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here