banche più sicure




Quali sono le banche più sicure in Italia? Quali sono le banche delle quali puoi davvero fidarti? Quali invece dovresti evitare come la peste?

Nella guida di oggi vedremo insieme quali sono le banche più sicure in Italia, quelle che possono offrirti conti corrente, conti deposito e altri tipi di strumenti per il risparmio e per l’investimento senza farti troppo penare o preoccupare. Prima però lasciami presentare i migliori Conti Corrente Online.

I migliori conti corrente Online

Il contoPerché è il migliorePromozioneCome aprire il conto

Si gestisce totalmente dal tuo smartphone
/

E' il conto innovativo che ti aiuta a risparmiare
/

Ti riconosce l'1,6%/annuo per 6 mesi
100 € in buoni Amazon

Quando stai per versare anche soltanto un euro su un conto corrente, un conto deposito o un deposito titoli, devi essere sicuro al 100% dell’affidabilità finanziaria della banca, anche in virtù delle recenti regole che hanno purtroppo cambiato la disciplina del bail in (purtroppo per i correntisti!).

Di banche sicure, in Italia, ce ne sono diverse, basta capire come andare ad analizzare la situazione e quali sono i criteri per sceglierle.

Lo stato del settore bancario in Italia

Il settore bancario italiano non se l’è passata bene negli ultimi anni, e continua a non passarsela poi estremamente bene, anche se la situazione, tra il 2014 ed oggi, è nettamente migliorata, complici sia interventi di controllo e normativi della BCE, sia invece interventi della Repubblica e del governo.

Siamo di fronte ad una situazione che è pressoché uguale per tutte le grandi banche d’Europa ed è la seguente:

  • In pancia hanno moltissimi crediti inesigibili, quelli che gli inglesi chiamano “non performing loans”, ovvero dei prestiti che sono deteriorati per fallimento o per difficoltà del debitore, e che le banche dovranno iscrivere a bilancio.
  • Non hanno, per il motivo di cui sopra, molta liquidità, il che vuol dire che sono necessarie delle ricapitalizzazioni importanti (qualche istituto in Italia le ha già fatte) per continuare ad operare con tranquillità per sè e per la clientela.

A questo si aggiunge la situazione che ha coinvolto moltissime banche locali, di quelle di dimensioni infinitesime o quasi, che hanno avuto grosse difficoltà (un paio sono state anche salvate dal Governo Italiano).

La situazione sembrerebbe, legittimamente, una di quelle da far paura, soprattutto ai piccoli risparmiatori, con poca dimestichezza con le banche e con la finanza.

La buona notizia è che, con pochi strumenti a disposizione, puoi scegliere una banca sicura grazie a determinati parametri che permettono il suo inserimento nelle classifiche più attendibili in tema di banche più sicure in Italia.

Come scegliere le banche più sicure: il fattore CET1

Dalle prime sofferenze del settore bancario europeo, l’UE e la BCE, con la conferenza di Basilea, hanno introdotto un indice sintetico piuttosto affidabile per l’individuazione di banche da considerare come sicure: il CET1, ovvero il Common Equity Tier 1.

Si tratta di un indice che riassume in sostanza la qualità dei crediti vantati dalla banca, mettendoli in relazione con quelle che sono le sostanze patrimoniali della banca stessa. Questo si traduce in un indice in percentuale, con la percentuale più alta che indica un istituto decisamente più affidabile.

BCE e Banca d’Italia hanno inoltre stabilito dei livelli minimi per considerare una banca affidabile e sicura, sempre in relazione a questo indice: il minimo fissato dalla Banca d’Italia è del 10,5%, mentre quello fissato dalla BCE è dell’8%.

IL CET1 è un indicatore molto utile per stabilire quale sia l’effettiva sicurezza di un istituto bancario in un preciso istante, e anche una discreta misura di come andranno le operazioni della banca nel futuro. Si tratta dunque di uno strumento molto importante per chi vuole depositare il proprio denaro in un qualunque istituto.

Oltre a questo fattore puoi ovviamente tenere conto di diversi studi che hanno coinvolto le banche italiane, studi particolarmente attendibili quando vengono svolti da soggetti terzi che non hanno alcun tipo di vantaggio a favorire questa o quell’altra banca.

>> Guarda Subito la mia Selezione dei Migliori Conti Corrente <<

La classifica di Corriere Economia per le banche più sicure

Corriere Economia ha stipulato una classifica per il 2017, che viene costantemente aggiornata per gli anni successivi e che indica (tenendo conto di fattori e indici come CET1, Total Capital Ratio e Tier 1), quali siano le banche che possono essere considerate come sicure in Italia.

La classifica è la seguente:

  1. Banca Mediolanum
  2. Banco Popolare
  3. Bper
  4. Credem
  5. Intesa San Paolo
  6. Credito Valtellinese
  7. Carige
  8. Mediobanca
  9. Banca Sella Holding
  10. BPM

Ti ho riportato soltanto quelle che sono considerate al di sopra nettamente dei minimi imposti da Banca d’Italia, con le altre, quelle che viaggiano troppo vicine alla soglia di 10,5%, che ritengo di dover escludere dal novero delle banche certamente sicure.

Il risultato è un nucleo di 10 banche relativamente diffuse a livello nazionale, e che possono offrirti strumenti sicuri per il tuo capitale e per i tuoi risparmi.

La classifica dell’Università Bocconi delle banche più sicure

Vale la pena di ricordare anche in questa guida quelle che sono le banche più sicure tra quelle che operano in Italia.

La classifica diffusa dalla Bocconi procede come segue:

  1. Banca Intesa Sanpaolo: con 114 punti
  2. Ubi Banca: ha ottenuto 111 punti
  3. Banco Popolare: 101 punti
  4. Banca Credem: 101 punti
  5. Bpm: ha ottenuto 95 punti

Anche in questo caso mi sono limitato a riportare quelli che sono gli istituti sicuramente solidi secondo la classifica di Bocconi.

Banca Mediolanum, che pur guida la classifica del Corriere Economia, è stata messa fuori classifica in quanto banca che opera prevalentemente tramite promotori finanziari e che dunque non ha una presenza diffusa sul territorio. Con la stessa inserita in questa classifica, avremmo sicuramente l’istituto milanese alla guida del gruppo qui riportato.

>> Guarda Subito la mia Selezione dei Migliori Conti Corrente <<

Le banche di queste classifiche sono sicure?

Decisamente si. Sono quelle che meglio sono uscite dalla crisi del settore e sono inoltre quelle che possono senza alcun tipo di problema offrirti strumenti da considerare come sicuri, con una discreta tutela anche per i tuoi capitali.

Vale la pena di ricordare che negli ultimi anni sono anche cambiate le norme di vigilanza e controllo sulle banche e che sopratutto ci sono delle procedure codificate di bail in, di amministrazione straordinaria e di controllo anche da parte della BCE che rendono l’intero settore decisamente più solido, anche se sicuramente meno indipendente.

Questo si traduce in maggiori tutele per noi clienti, ovvero non avere più paura di perdere i soldi versati in deposito.

La copertura del Fondo Interbancario di Garanzia

Vale inoltre la pena di ricordare che le banche italiane sono tutte coperte dal Fondo Interbancario di Garanzia, uno speciale fondo che opera per tutti i conti al di sotto dei 100.000 euro, e che copre totalmente la somma nel caso di difficoltà della banca.

Questo vuol dire che potrai, senza alcun tipo di problema, affidarti ad una qualunque delle banche operative in Italia se la somma che andrai a depositare è inferiore ai 100.000 euro.

Nel caso in cui invece dovessi investire o depositare somme superiori, sappi che non solo non sei coperto per la parte eccedente dal fondo interbancario, ma che secondo le nuove procedure di Bail In, la banca potrà procedere con un prelievo forzoso sempre soltanto verso chi ha più di 100.000 euro sul conto.

Per evitare alcun tipo di rischio leggi la classifica delle più rischiose banche italiane cliccando qui.

Essere più ricchi, dunque, è sicuramente qualcosa di maggiormente rischioso, tienine conto prima di versare il tuo denaro in una sola banca. Sì, perché potresti benissimo dividere la somma tra più banche per essere certo di essere sempre coperto dal fondo interbancario.

E le banche online?

Le banche online possono essere, anzi sono, tanto sicure quanto quelle offline.

Anche se tipicamente non vengono inserite nelle classifiche, sono banche che puoi considerare più che affidabili, in quanto sono in genere separate dalle holding che le controllano, e non hanno molti crediti deteriorati in pancia.

L’esempio tipico che possiamo fare è quello di Widiba, banca completamente online che fa capo a MPS, e che ha un prospetto decisamente più sicuro e solido di quello della banca madre, ovvero di Monte dei Paschi di Siena.

Anche le banche online sono comunque sottoposte a controlli, e hanno CET1 Ratio che tu puoi verificare in prima persona per certificarti della solidità dell’istituto.

Ricordati sempre che il CET 1, per farti dormire sonni tranquilli, deve essere necessariamente superiore a 10,5% secondo le linee guide diffuse dalla Banca d’Italia.

Vuoi sapere quali siano le banche più sicure perchè necessiti di un prodotto bancario? Scopri allora:





Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here