cambiare assicurazione, disdetta assicurazione




Fra poco scade la tua rc auto e hai intenzione di cambiare assicurazione magari perché, navigando su Supercoin, ne hai trovata una molto più conveniente?

Niente paura, la procedura da seguire è davvero molto semplice: un decreto ministeriale ha infatti abolito, a partire dal dicembre 2013, il tacito rinnovo, quindi, per poter cambiare compagnia rc auto, non è più necessario inviare la disdetta polizza assicurativa.

Se però tu avessi ancora dubbi su come cambiare assicurazione auto, resta incollato allo schermo del tuo pc o del tuo smartphone perché nei paragrafi che seguono ti dirò tutto quello che serve.

Cosa è la disdetta della polizza e come cambiare assicurazione

Prima di addentrarci nell’argomento principale, cioè come cambiare assicurazione, cerchiamo di capire cos’è di fatto la disdetta polizza assicurativa.

Detto proprio in “soldoni”, si tratta della chiusura di un contratto assicurativo con una determinata compagnia per aprirne un altro con un’altra compagnia, magari perché quest’ultimo ti ha fatto un’offerta più vantaggiosa.

Tale chiusura può avvenire alla naturale scadenza dello stesso contratto (che di fatto decade e non viene più rinnovato) oppure, in casi più rari, è possibile cambiare assicurazione prima della scadenza.

È importante notare che, non valendo più il tacito rinnovo, non sarà più necessario inviare la disdetta polizza auto, e questo vale sia sulla copertura rc auto che per tutte le garanzie obbligatorie correlate, quindi non sarà più necessario ad esempio inviare la disdetta polizza assicurativa conducente.

Fanno eccezione, in questo caso, le garanzie relative ai rischi accessori non obbligatorie, come ad esempio  furto e incendio o vetro e cristalli, che invece non decadono automaticamente ma richiedono ancora avviso di disdetta.

Dunque, tieni ben a mente per non sbagliare:

  • La disdetta assicurazione auto e la disdetta assicurazione conducente non sono necessarie perché queste polizze vengono meno allo scadere naturale del contratto;
  • Le disdette polizza furto/ incendio, assicurazione vetri e cristalli o atti vandalici (in altre parole quelle corrispondenti alle garanzie accessorie non obbligatorie) sono ancora necessarie laddove però il tacito rinnovo è previsto nel contratto.

Soffermandosi su questo secondo punto, relativo alle garanzie accessorie nella polizza rc auto, qualora il contratto preveda il tacito rinnovo alla fine dei 12 mesi di validità, per poter procedere alla disdetta sarà necessario inviare una comunicazione preventiva alla compagnia almeno 30 giorni prima della scadenza.

Come funziona

Se dunque vuoi cambiare assicurazione una volta che è scaduto il contratto (in genere dopo 12 mesi dalla sua attivazione) la procedura è davvero molto semplice: tutto quello che devi fare è trovare un’altra compagnia e pagare il premio della nuova polizza entro la data di scadenza di quella in corso.

Il nuovo contratto entrerà in vigore non appena scaduto quello precedente, solo così non rischierai di trovarti scoperto qualora tu dovessi avere un sinistro proprio durante la fase di passaggio.

L’iter per cambiare assicurazione

Cambiare compagnia assicurativa quando è scaduto il contratto prevede dunque un iter davvero semplice e privo di complicazioni, almeno per quello che concerne le garanzie obbligatorie (rc auto e assicurazione conducente).

Anzi, visto che l’attestato di rischio è oggi disponibile in formato elettronico nelle banche dati delle compagnie, non sarai neppure tenuto a farti dare dall’assicurazione uscente l’attestato di assegnazione della classe di merito.

Il discorso cambia, però, nel caso tu voglia cambiare assicurazione prima della scadenza, magari perché una compagnia ti ha fatto un preventivo molto allettante: in tal caso, sarà necessario inviare opportuna disdetta per mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno o con posta elettronica certificata con almeno 30 o 60 giorni di anticipo a seconda dei contratti.

Quando si applica

Tornando dunque al caso descritto sopra, la disdetta assicurativa si applica solo quanto il contraente della polizza intenda annullare il contratto prima della naturale scadenza.

Ma anche qui bisogna fare delle precisazioni.

Se, ad esempio, il veicolo assicurato fosse stato rubato, rottamato oppure fosse andato distrutto, il tal caso la polizza in essere sarà fatta decadere senza necessità di disdetta  e soprattutto senza alcun costo aggiunto.

Analogo discorso qualora il conducente del mezzo e intestatario della polizza fosse improvvisamente deceduto.

In tutti i casi diversi dai precedenti in cui c’è necessità di chiedere l’annullamento della polizza prima della chiusura del contratto, la compagnia si riserverà l’applicazione di sanzioni, corrispondenti in genere solo alla perdita del premio versato.

Solo nel caso tu omettessi di inviare regolare disdetta entro i termini previsti la compagnia potrebbe obbligarti a versare anche parte del premio spettante per le settimane di mancato preavviso.

Quanto alla documentazione da inviare, non sarà necessario fornire nessun documento in particolare dato che tutti i dati necessari, compreso l’attestato di rischio, saranno già stati forniti  al momento di sottoscrizione della polizza.

Cerchi una polizza più conveniente? Clicca qui e scopri come trovare l’assicurazione migliore.





Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here