Detrazioni fondo pensione




Vorresti iscriverti ad un fondo pensione? Beh allora hai proprio bisogno di sapere quali sono le detrazioni fondo pensione accordate dallo Stato a chi si iscrive.

Scopri allora di seguito quali sono gli incentivi fiscali riservati a coloro che aderiscono ai fondi pensione. Pronto? Allora andiamo!

Vantaggi fiscali fondi pensione: in cosa consistono

Iscriversi ad un fondo pensione dà diritto ad un beneficio immediato al momento di pagare le tasse. Qual è questo beneficio?

È molto semplice: l’ammontare dei contributi versati, fino ad una soglia massima di 5.164,57 euro annui, dà diritto ad una riduzione del gettito.

Questo è possibile perché tali versamenti sono sottratti dal totale del reddito dichiarato, che corrisponde anche al tuo imponibile IRPEF.

Questo farà anche abbassare l’aliquota progressiva prevista, con conseguenti meno imposte da pagare.

Per farti capire meglio questo meccanismo facciamo un esempio pratico: metti di avere un reddito annuo complessivo di 25.000 euro, in questo caso la tua aliquota è pari al 27%, quindi l’importo che devi versare all’Erario è pari a 6.150 euro.

Qualora però tu avessi versato in un fondo pensione 3.000 euro dei tuoi risparmi, le tasse da pagare scenderebbero a 5.340 euro, con un risparmio di 810 euro.

Imponibile IRPEF: come si determina

Come ho scritto nel precedente paragrafo, la deducibilità dei contributi versati in un fondo pensione è uno dei principali vantaggi fiscali della previdenza complementare. Tale deducibilità si applica sull’imponibile valido ai fini IRPEF. Ma come si calcola tale imponile?

Te lo spiego molto velocemente nelle righe che seguono.

L’imponibile IRPEF corrisponde al reddito complessivo di un individuo cui sono stati sottratti tutti gli oneri deducibili (come appunto i versamenti al fondo pensione) oltre le spese per l’abitazione principale.

Il reddito complessivo si ottiene sommando i redditi da lavoro dipendente od autonomo a tutte le altre categorie di reddito quali quello fondiario (derivante cioè da terreni e fabbricati), quello di capitale (ad esempio gli interessi derivanti da conti correnti), quello d’impresa e altri ancora.

Una volta individuato l’imponibile si procede con la definizione dell’aliquota fiscale da applicare, secondo questo schema:

  • Reddito fino a 15.000 euro, aliquota pari al 23%;
  • Da 15.001 a 28.000 euro, aliquota pari al 27%;
  • Da 28.001 a 55.000 euro, aliquota pari al 38%;
  • Da 55.001 a 75.000 euro, aliquota pari al 41%;
  • Oltre 75.000 euro, aliquota pari al 43%.

Altre detrazioni previste oltre ai contributi versati in un fondo pensione sono i carichi per le persone fiscalmente a carico e quelli per il lavoro prestato, le spese mediche e i premi per le polizze vita per un importo complessivo pari a 530 euro annui.

Anche eventuali crediti d’imposta o ritenute d’acconto effettuate a suo carico dai sostituti d’importa concorrono alla riduzione del gettito in quanto si tratta di oneri già versati.

È bene però precisare che mentre queste detrazioni comportano un taglio minimo sulle tasse, la deducibilità invece permette di ottenere una riduzione più cospicua fino al massimo del limite previsto dalla legge che nel caso della previdenza complementare è pari a 5.164,57 euro.

Tieni presente però che nel totale dei contributi versati non deve essere considerata la parte relativa al TFR, se presente, in quando questa non è deducibile. Per questo motivo però non viene conteggiata all’interno del tetto massimo previsto.

I vantaggi fiscali legati al fondo pensione però non finiscono qui. Continua a leggere per scoprire anche gli altri.

Deducibilità fondo pensione familiare a carico

Anche se decidi di iscrivere al fondo pensione un tuo familiare purché a carico (ad esempio coniuge o figlio) hai la possibilità di portare in deduzione le quote versate.

In questo caso però solo il 50% di quanto versato godrà della deduzione e tale parte di contributi si cumulerà a quanto versato in proprio per il raggiungimento del limite di 5.164,57 euro.

Ulteriori vantaggi in caso di prima occupazione

Aderire ad un fondo pensione è molto vantaggioso soprattutto per una categoria: i giovani alla prima occupazione. In questo caso, infatti, il limite di deducibilità è aumentato di 2.582,29 euro annui, quindi anziché 5.164,57 euro sarà pari a 7.746,86 euro.

Il meccanismo di applicazione di tale maggiorazione della deducibilità del fondo pensione per giovani alla prima occupazione è però più complesso.

Ecco un esempio: metti che nei primi 5 anni di iscrizione al fondo il giovane al suo primo lavoro versi solo 2.500 euro: la parte di deducibilità non sfruttata (2.664,57 euro per 5)  in questo caso potrà essere usata alla fine del quinto anno come bonus deducibile addizionale, per i successivi 20 anni, in modo diluito.

Inoltre, ogni anno potrai sfruttare il bonus di 2.582,29 euro per la parte versata che eccede il limite ordinario.

Cosa accade ai contributi versati oltre il limite

Una domanda ora ti sorgerà spontanea: cosa accade se verso nel fondo pensione più del limite previsto pari a 5.164,57 euro?

Anche se in fatti la parte eccedente non potrà essere utilizzata per ridurre il gettito tramite il meccanismo della deducibilità, dovrà comunque essere comunicato al proprio gestore che esiste una parte di contributi non dedotti.

Tale comunicazione va fatta entro la fine dell’anno successivo a quello in cui è stato fatto il versamento ed è bene non dimenticarselo. La sommatoria di tutte le eccedenze verrà infatti decurtata dalle somme di tasse spettanti al momento dell’erogazione della pensione integrativa in quanto si tratta di redditi che già sono stati tassati.

Mi raccomando però, non fare una scelta affrettata! Trova il fondo pensione che può davvero fare al caso tuo; come fare? Clicca qui e leggi la guida completa per scegliere il miglior fondo pensione!


Entra a far parte del Club Supercoin. E’ Gratis!

Ottieni l’accesso a contenuti esclusivi via mail e qui sul sito con consigli pratici e immediatamente applicabili sui soldi.

Clicca qui sotto e rispondi a poche semplici domande.







Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here