carta ricaricabile

Quanto è vantaggioso possedere una carta ricaricabile oggigiorno?

Cerchi una carta prepagata con IBAN davvero conveniente? Qui trovi le migliori dell’anno.

Abbigliamento, scarpe, libri, giocattoli per bambini o soggiorni in hotel: oggi su internet è possibile comprare praticamente di tutto. Tuttavia, spesso, la facilità del fare acquisti online si scontra con uno scoglio insormontabile: quale strumento utilizzare per effettuare il pagamento?

A meno che, infatti, l’e-commerce su cui hai deciso di comprare non consenta il pagamento in contrassegno, cosa che comunque comporta quasi sempre un costo aggiuntivo, dovrai per forza avere una carta di credito.

Una delle carte di credito maggiormente richieste oggi proprio per fare acquisti su internet è la carta ricaricabile in quanto presenta alcuni vantaggi per i suoi utenti.

La caratteristica principale delle carte prepagate ricaricabili è, infatti, quella di non essere collegate ad un conto corrente di appoggio, pur consentendo la possibilità di essere usate per effettuare pagamenti.

Questo le rende particolarmente sicure soprattutto quando effettui delle transazioni online, in quanto il plafond della carta è limitato all’importo che il suo titolare ha deciso di caricare.

Se stai valutando l’attivazione di una carta di credito ricaricabile, sei capitato proprio nel posto giusto: di seguito trovi, infatti, tutte le informazioni che servono per capire il funzionamento di questo tipo di carte e se (e quando) è utile averne una.

Cos’è e come funziona la carta ricaricabile

Le carte ricaricabili sono ormai fornite da tutti i principali istituti bancari e società finanziarie. Tuttavia, questi non sono gli unici canali in cui è possibile acquistare una prepagata: una delle più diffuse è, infatti, Postepay, la carta ricaricabile di Poste Italiane.

Oggi, inoltre, puoi tranquillamente acquistare carte prepagate ricaricabili in tabaccheria, alla Lottomatica e presso le ricevitoria Sisal: tieni comunque presente che ogni prodotto è diverso dall’altro soprattutto per quello che riguarda le spese di gestione e il limite massimo di ricarica consentito.

Un prodotto abbastanza particolare sono le carte ricaricabili con IBAN che hanno il vantaggio di poter sostituire in tutto e per tutto un conto corrente, permettendoti ad esempio anche di ricevere ed effettuare bonifici nei limiti consentiti dall’ammontare di denaro presente nella carta.

Anche le modalità di rimborso delle spese effettuate possono essere molto diverse a seconda del tipo di prodotto: per alcune ricaricabili l’addebito sarà infatti immediato, mentre in altri l’importo speso sarà addebitato successivamente (generalmente entro la metà del mese seguente a quello dell’acquisto).

Per quello che riguarda i costi, anche in questo caso il panorama è estremamente variabile: ci sono alcune prepagate che sono del tutto gratuite ma magari prevedono delle commissioni sulle varie operazioni, altre che invece hanno un canone annuo di gestione ma non prevedono poi nessun tipo di costo aggiuntivo.

Anche in questo caso, dunque, vale la pena dare un’occhiata in giro per scegliere il tipo di carta ricaricabile più conveniente sulla base delle tue esigenze e modalità di utilizzo!

Come si attiva una carta ricaricabile

L’attivazione di questo tipo di carte è comunque un’operazione molto semplice da fare: nella maggior parte dei casi, al momento dell’acquisto, ti saranno richiesti solo un documento di riconoscimento e il codice fiscale e la carta sarà attiva già dopo pochi secondi.

Lo step successivo, necessario per poter utilizzare la carta per i tuoi acquisti online, è quello di procedere alla ricarica dell’importo: in questo caso sarai tu a decidere quanto ricaricare, pur non potendo superare il plafond stabilito dalla società erogatrice della tua card.

Le modalità di ricarica sono molteplici:

  • Con contante andando presso una tabaccheria o ricevitoria Sisal, oppure recandoti presso un ufficio postale se hai una carta ricaricabile rilasciata da Poste Italiane.
  • Con bonifico, anche tramite circuito Home Banking o App apposita, se disponi di una carta di credito ricaricabile erogata da una banca e dunque possiedi anche un conto presso quell’istituto.

Va da se che ogni carta ricaricabile ha le sue specifiche caratteristiche, ad esempio non tutte permettono di essere ricaricate presso le tabaccherie.

Quando e perché sceglierla

Le carte ricaricabili sono molto vantaggiose per una serie di motivi, prima fra tutti il fatto che garantiscono una maggiore sicurezza di utilizzo soprattutto quando si tratta di acquisti online.

Nonostante, infatti, le varie protezioni informatiche introdotte negli ultimi anni a tutela dei consumatori, i rischi di clonazione e phishing sono ancora elevati.

Utilizzando una prepagata, i rischi di incorrere in truffe di questo tipo sono praticamente azzerati non solo perché in ogni caso l’ammontare della carta è limitato fino ad un certo importo, ma anche perché per poter utilizzare la card occorre fornire tre dati di cui solo il suo possessore può disporre, vale a dire:

  • codice di sicurezza di 16 cifre posto sul fronte della carta;
  • codice di controllo CVV di 3 cifre posto sul retro:
  • data di scadenza.

Data poi la grande varietà di carte prepagate in circolazione come abbiamo visto nel paragrafo precedente, hai davvero la possibilità di scegliere il tipo di carta che veramente s’avvicina di più a quelle che sono le tue esigenze e necessità personali.

Se, ad esempio, sei un giovane che utilizza la prepagata solo per fare acquisti online, una carta ricaricabile classica è sicuramente l’opzione migliore; se invece necessiti di uno strumento che disponga di maggiori funzionalità, come ad esempio la possibilità di prelevare presso gli sportelli bancomat o di avere l’accredito della pensione o dello stipendio, una carta ricaricabile con IBAN è senza dubbio una soluzione da valutare.

Quest’ultima tipologia di carte, dette anche carte conto, visto anche il costo di gestione poco elevato e la facilità di utilizzo, sono dunque un ottimo strumento per tutti coloro che non vogliono aprire un conto corrente ma necessitano di un sistema di pagamento elettronico, ad esempio per domiciliare le proprie utente domestiche.

È proprio il caso di dire dunque che, per quello che riguarda le carte ricaricabili, ognuno può davvero avere la propria carta.

L’importante è documentarsi sempre a fondo sui vari tipi di card disponibili e se non hai il tempo di farlo, niente paura, perché Supercoin è qui proprio per questo e ha già raccolto per te le più convenienti carte prepagate con IBAN dell’anno. Scoprile tutte! 

Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here