Anche nel panorama bancario i colori hanno il loro significato. Se ti dico “arancio”, che cosa ti viene in mente? A me,senza pensarci troppo, sovviene il gruppo ING Direct!

Probabilmente sei incappato in questa recensione perché stai cercando disperatamente informazioni su quello che potrebbe essere il conto più adatto alle tue esigenze.

Niente paura, per la tua comodità ho raccolto per te i migliori conti del momento. Li trovi qui sotto!

Il contoPerché è il migliorePromozioneCome aprire il conto

Si gestisce totalmente dal tuo smartphone
/

Ti da l'American Express
150 € in Buoni Amazon

E' il conto innovativo che ti aiuta a risparmiare
/

Come dicevamo quello italiano è un mercato saturo di sigle! Divincolarsi fra un’offerta e l’altra potrebbe essere una notevole fonte di stress. Dato che tengo particolarmente alla tua salute, ho deciso di aiutarti nella tua mission! In che modo?

Ho creato appositamente una serie di guide sui principali istituti bancari presenti in Italia, descrivendo dettagliamente e in maniera semplice ogni prodotto offerto.

Come avrai già intuito, quest’oggi ci occuperemo di ING Direct.

L’Istituto oggi

ING Direct è una di quelle banche che usando un vocabolario tecnico dovremmo definire “diretta”. Che cosa significa?

Una banca si dice diretta quando è in grado di offrire tutti o gran parte dei propri servizi finanziari senza l’ausilio di filiali, le quali sono invece la forma organizzativa tipica delle banche tradizionali.

Detto in sostanza, ING Direct è una di quelle banche che indichiamo comunemente come “banca online”.

ING Direct è una banca internazionale presente in più di 40 paesi nel mondo, che può contare su oltre 35 milioni di clienti.

Il fatturato per l’anno passato è stato di ben 17,7 miliardi di euro, registrando un utile netto di quasi 5 miliardi di euro.

La storia dell’istituto

Ing direct è un gruppo olandese che è stato fondato nel 1991 ad Amsterdam. Il colore arancio che contraddistingue il suo logo è appunto in rifermento alla propria nazionalità.

Nel nostro paese è giunto nel 2001, anno in cui fu lanciato il conto deposito Conto Arancio e venne inaugurata la prima filiale a Bergamo. Nel corso degli anni si è estesa sul nostro territorio creando ben 32 sedi: nella fattispecie 17 filiali, 4 Arancio Store e 11 Punti arancio.

La costante crescita, ha reso ING Direct per l’anno appena trascorso, la principale banca online in italia con ben 1.300.000 clienti.

Per quanto riguarda i mercati esteri, nel 2008 ING Direct si contraddistinse per il tentativo di sostenere il debito islandese. L’operazione risultò avventata, e comportò una perdita del 25% delle quotazioni. Dovette intervenire direttamente il governo olandese per salvare la banca.

I prodotti offerti

L’offerta di ING Direct non si contraddistingue per la sua quantità, ma piuttosto per la sua qualità. Partiamo da uno dei suoi prodotti più famosi: il conto corrente Arancio.

I conti corrente

Come già anticipato le tipologie di conto presenti sono striminzite, ma il conto corrente di ING Direct risulta uno degli elementi di punta del gruppo.

CONTO CORRENTE ARANCIO

Il conto Arancio è il conto corrente che ha reso famoso ING Direct. Vediamo nel dettaglio cosa offre:

  • Canone mensile gratuito se addebiterai il tuo stipendio o la pensione. La giacenza media mensile dovrà essere almeno di 1.000 euro;
  • Prelievi in Italia ed Europa gratuiti da qualunque Atm;
  • Bonifici gratuiti nell’area Euro sia in filiale che online;
  • Domiciliazione utenze;
  • Pagamenti Mav, Rav e F24;
  • Possibilità di ricariche telefoniche;
  • Carta prepagata Mastercard gratuita;
  • Carta di debito Mastercard contactless gratuita;
  • Libretto degli assegni gratuito.

E nel caso tu non voglia versare lo stipendio sul tuo conto ING Direct?

Optando per il piano “zero vincoli” otterrai tutti i servizi precedentemente citati versando semplicemente un canone mensile di 2 euro.

E se invece vorrei mantenere il classico canone gratuito che contraddistingue ING Direct, andrai incontro ai seguenti costi:

  • Prelievi in Italia e in Europa: 0,75 euro;
  • Bonifici: online gratuiti, 2,50 euro in filiale;
  • Libretto assegni: 7,50 euro.

Il conto corrente Arancio è veramente completamente gratuito? Nì.

Se vorrai accreditare sul conto il tuo stipendio o la tua pensione l’unica spesa di cui bisognerà tenere conto è l‘imposta di bollo annuale prevista per legge, la quale graverà solamente sui depositi superiori a 5.000 euro. L’ammontare sarà di 34,20 euro.

Se vuoi saperne ancora sugli effettivi costi e le opinioni del conto corrente di ING Direct, dai un’occhiata a questa guida completa!

I conto deposito

Anche in questo caso l’offerta di ING Direct si riduce ad un’unica opzione: il conto Arancio.

CONTO ARANCIO

Il conto Arancio oltre ad essere un conto deposito, è stato anche il prodotto di lancio sul mercato italiano per ing direct. A distanza di 18 anni dal suo debutto, vediamo se le sue caratteristiche sono rimaste intatte:

  • Nessun costo di apertura e gestione;
  • Possibilità di versamento e prelievo in qualunque momento;
  • Tasso nominale annuo al creditore dello 0,05%;
  • Potrai tenere sotto controllo il tuo deposito in qualsiasi momento grazie all’apposita app.

Vuoi saperne di più su questo conto deposito? Qui trovi la sua recensione completa.

Prestiti

Conviene richiedere un prestito da ING Direct? Scopriamolo insieme!

PRESTITO ARANCIO

Questa è la formula classica di prestito personale offerta da ING Direct. In cosa consiste?

  • Potrai richiedere da 3.000 fino a 50.000 euro;
  • Il piano di rimborso sarà compreso tra 12 e 84 mesi;
  • Riceverai una risposta dopo 5 minuti dalla tua richiesta di prestito;
  • Se la risposta è positiva, e sei titolare di un conto ing direct, potrai ottenere anche l’accredito del prestito in 5 minuti;
  • TAEG 8,16 %;
  • TAEG 7,63 % se sei già titolare di un conto ing direct.

PRESTITO ARANCIO BUSINESS

Prestito Arancio Business è il prestito dedicato alle piccole e medie imprese. Come funziona?

  • Potrai richiedere una somma compresa tra 3.000 e 100.000 euro;
  • In dieci minuti ING Direct valuterà la fattibilità della tua richiesta;
  • Avverrà tutto per via digitale: basterà fornire ad ING Direct i codici di accesso dei conti correnti con cui gestisci il tuo business;
  • TAEG 8,16 %.

Mutui

Per quanto riguarda i mutui, anche in questo caso ING Direct offre un’unica soluzione adattabile a qualunque tipo di tua esigenza.

MUTUO ARANCIO

Che cosa potrai fare con mutuo Arancio di ING Direct?

  • Acquistare casa;
  • Ottenere la surroga del tuo mutuo ING Direct a condizioni vantaggiose;
  • Sostituire il tuo mutuo e ottenere liquidità aggiuntiva;
  • Ottenere liquidità ponendo a garanzia il tuo immobile;

E a quali condizioni otterrai tutto ciò?

  • Verrà finanziato fino al 50 % del valore dell’immobile;
  • La durata del mutuo sarà compresa tra 10 e 30 anni;
  • Potrai optare per un tasso fisso o variabile;
  • Se opti per un tasso fisso potrai rinegoziarlo in un secondo momento;
  • TAEG 0,74 %.

Tecnologia e homebanking

Oltre al classico servizio di Homebanking usufruibile dall’area clienti del sito ufficiale, ing direct ha sviluppato l’App ING che ti permetterà di tenere le tue finanze a portata di smartphone!

ING Direct ha mostrato particolare attenzione alla sicurezza in rete dei propri clienti. L’app ING si avvale del sistema di riconoscimento dell’impronta digitale per l’accesso alle sue funzioni.

E se il dito non ti basta, potrai anche optare per il sistema di riconoscimento facciale “Face ID” che ti permetterà di accedere con un semplice sguardo!

Con l’app potrai compiere comodamente tutte le operazioni bancarie di cui avrai bisogno: bonifici, ricariche e anche cambiare il plafond della tua carta di credito.

Affidabilità

L’affidabilità di ING Direct è dimostrata dalla sua presenza capillare in tutto il mondo. Già in apertura di questa recensione ti ricordavo che ING Direct risulta la prima banca online in Italia.

Ad affermare tutto ciò non sono solo io, ma anche i dati statistici: il primo semestre del 2018 è stato chiuso con un utile netto di 4,9 miliardi di euro.

Anche gli ultimi dati riguardanti il rating dell’istituto sono molto rassicuranti: il CET 1 Ratio si attesta al 14 %.

Ti è tutto chiaro? Se non mastichi troppo la terminologia bancaria ti consiglio di leggere questo interessante e semplice articolo, e così la finanza non sarà più un oscuro nemico!

L’opinione del Web

Le recensioni disseminate sul Web sono purtroppo raramente positive.

Gli utenti della rete puntano principalmente il dito contro il servizio d’assistenza. Ottenere risposte da un operatore del call center è quasi un’odissea. In più si viene rimbalzati da un centralino all’altro ottenendo raramente una risposta soddisfacente.

Inoltre i numeri telefonici non sono neanche gratuiti.

Altro aspetto che i cybernauti non riescono a digerire, è l’applicazione di commissioni improvvise e non previste, nonostante la sponsorizzazione dei canoni zero da parte di ING Direct. Spesso la causa è riscontrabile nell’attivazione delle funzioni “alert” senza alcun preavviso.

Gli utenti sono anche molto critici in merito a disservizi dovuti alla gestione dei propri conti: difficoltà nella chiusura, e nell’ottenimento dei pin delle proprie carte.

Anche l’app ING è spesso oggetto di critiche. Sono in molti a chiedersi ad esempio: “quando sarà disponibile la funzione Apple Pay?”.

L’opinione di Supercoin

Come di consueto partirei dalla solidità dell’istituto finanziario: ING Direct è definibile come una banca sicura, e lo dimostrano ampiamente anche i dati citati qualche paragrafo fa.

L’user experience che si deduce dal sito ufficiale è piuttosto positiva. Le varie voci sono indicizzate in maniera semplice ed intuitiva, e i vari prodotti sono descritti nella loro completezza.

Il conto corrente di ING Direct è adatto a coloro che hanno dimestichezza con la tecnologia, e non hanno troppo bisogno di effettuare operazioni in filiale.

I tassi per il mutuo sono buoni, ma la possibilità di finanziamento di solo il 50 % dell’immobile potrebbe essere frenante.

Nonostante ING Direct sia una banca online, e dovrebbe fare della tecnologia il proprio cavallo di battaglia, l’app è uno dei punti più critici.

Nonostante la possibilità di accesso attraverso impronta digitale o riconoscimento facciale sia segno dell’attenzione di ING Direct alla sicurezza dei propri clienti, le funzioni di pagamento attraverso l’app dovrebbero essere ampiamente rivedute.

A differenza degli altri principali gruppi bancari, l’app non è ancora stata abilitata alla funzione Apple Pay e Google Pay, che permette di effettuare pagamenti nei negozi direttamente con lo smartphone senza più bisogno di strisciare.

Bene, a questo punto se cerchi un prodotto bancario al miglior costo ho già selezionato per te i più vantaggiosi e performanti del momento. Scoprili tutti!

Redazione di Supercoin
Ciao, sono Supercoin, il supereroe che lotta ogni giorni per salvare i tuoi soldi! Un salvadanaio che, come Clark Kent, si è travestito da eroe ed è in missione per fornirti chiarezza per tutte le decisioni finanziarie. Perché tutti abbiamo diritto ad essere informati correttamente su ciò che fa parte della nostra vita quotidiana: i soldi. Leggi chi scrive a mio nome!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here